Sta per accadere ciò che ogni fantallenatore spera

Imminente rivoluzione in Coppa d'Africa

0

Rullo di tamburi. Signori: la Coppa d’Africa potrebbe non rompere più i cogl**oni ai fantallenatori e alle società calcistiche. Piazzata senz’alcun senso nel bel mezzo della stagione, questa competizione fin qui ha rappresentato un vero e proprio guaio per società e fantasocietà. Da un lato, troviamo i club calcistici, costretti a programmazioni fantasiose pur di sopperire alle assenze dei calciatori impegnati nella competizione.

Per fare un esempio, il Napoli ha dovuto avviare la stagione con ben 5 difensori centrali, di cui almeno uno impiegabile anche sull’esterno. Motivo? Le partenze di Ghoulam e Koulibaly per la Coppa d’Africa. Una società in piena lotta Champions e non distante dalla zona Scudetto, costretta a perdere 2 titolari su 11 a causa di una competizione piazzata nel bel mezzo della stagione.

E anche per i fantallenatori, che hanno ovviamente minori interessi economici, non è stato semplice. Ricordiamo tutti l’ansia per l’assenza di Salah, un giocatore potenzialmente titolare in qualsiasi fantarosa, ma convocato dall’Egitto per questa competizione e arrivata per giunta in finale.

La Coppa d’Africa, dunque, si prepara a cambiare format. Innanzitutto, il comitato esecutivo della CAF (Federazione Africana) ha annunciato ufficialmente il cambiamento di formula e i club che parteciperanno al torneo passeranno da 16 a 24. Ma le novità non sono finite qui. Al vaglio della federazione anche altre tre possibilità.

La prima, prevede la possibilità di spostare il torneo a giugno invece che disputarlo a gennaio. La seconda, considera fattibile la possibilità di invitare nazionali provenienti da altri continenti per aumentare il giro economico della competizione. E la terza (ed ultima) possibilità, prevede la disputa del torneo al di fuori del territorio africano (con Qatar, Cina e USA al momento favorite).

Personalmente, accolgo con favore la possibilità che il torneo si disputi a giugno, che storicamente è considerato il mese delle grandi competizioni delle nazionali. Non accolgo con favore, invece, la possibilità di introdurre nazionali provenienti da altri continenti e di giocare in altri paesi. Personalmente, penso che la Coppa d’Africa, sia basata totalmente su logiche territoriali legate esclusivamente al territorio africano. Così come lo sono la Coppa America e gli Europei. Per cui, è possibile aumentare gli introiti in tantissimi altri modi e non necessariamente snaturando una formula storica.

Commenti
Caricamento...