Vivere con la propria passione

Regolamento Mantra 2017/2018: le novità

Scopriamo quali sono le novità del sistema Mantra introdotte per la prossima stagione

0

Ci sono modi diversi di intendere una comune passione come quella fantacalcistica. Il sistema Mantra è stato introdotto dallo staff di Fantagazzetta per rendere più complesso un gioco che di per sé è molto semplice. Lo reputo molto utile per aumentare il numero di scelte da parte dei fantallenatori e far prevalere con maggiori chance gli allenatori davvero competenti, riducendo il potere della fortuna.

Per quest’anno sono state introdotte diverse novità. In questo post proverò a sintetizzarvele, invitandovi (qualora lo desideriate) a visionare il regolamento completo prima di decidere se affidarvi o meno a questo sistema per la vostra fantalega.

Come funziona il sistema Mantra

  1. Definizione dei ruoli: ogni calciatore ha un ruolo specifico, al di là dei 4 generali (portiere, difensore, centrocampista e attaccante). Un difensore, ad esempio, può essere destro (dd), centrale (dc) o sinistro (ds). Un centrocampista può essere esterno (e), mediano (m) o centrocampista centrale (c). Gli attaccanti possono essere di raccordo (a) o punte (pc). Da notare anche la presenza della linea di trequarti, che potranno arricchire le vostre fantarose, con ali (w) e trequartisti (t). Ci possono essere calciatori con ruolo singolo o polivalenti.
  2. Schemi di gioco. Sono 11, eccoli: 3-4-3, 3-4-1-2, 3-4-2-1, 3-5-2, 4-4-2, 4-3-3, 4-3-1-2, 4-3-2-1, 4-2-3-1, 4-4-1-1, 4-2-2-2.
  3. Schieramento panchinari: panchina composta da 12 giocatori, con almeno un portiere.
  4. Sostituzioni. Questa è la prima novità della stagione 2017/2018. Se uno o più calciatori titolari dovesse risultare assente o senza voto, il sistema riorganizzerà lo schieramento prelevando i sostituti dalla panchina.
  5. Regolamento altamente personalizzabile. Fantagazzetta vi consente di applicare i bonus/malus che preferite, cambiare la scala dei punteggi e l’assortimento della rosa.
  6. Modificatori: a partire da questa stagione, ci sarà il modificatore di rendimento, che calcolerà il numero di calciatori che avranno superato il 6 in pagella come voto puro. Inoltre, è possibile utilizzare anche il modificatore fair play.

Consigli di base per il sistema Mantra

Il Mantra, come avrete avuto modo di comprendere, è un sistema che pone l’enfasi sulla funzione manageriale. Sarà necessario costruire una rosa completa ed equilibrata in ogni reparto, con un buon numero di calciatori polivalenti in grado di essere utili in più zone del campo. Personalmente consiglio di avere uno schema di riferimento in partenza, ma bisogna anche essere adeguatamente flessibili per modificare il proprio modulo sulla base degli acquisti ottenuti in sede d’asta.

In Mantra è fortemente consigliato schierare prima gli attaccanti e poi tutti gli altri, in ordine di ruolo. Per cui, bisognerà porre molta attenzione anche a questo aspetto, facendo attenzione all’ordine dei panchinari per eventuali cambiamenti tattici. Terzo ed ultimo consiglio, è relativo ai prezzi dei calciatori, che potranno essere leggermente diversi rispetto ai fantacalcio tradizionali, visto che in alcuni ruoli (come i ts) è possibile trovare una carenza di giocatori affidabili e dal buon rendimento. Per cui, prendetevi del tempo per identificare i ruoli particolarmente delicati e investite di più del normale su questi. I vostri avversari andranno notevolmente in difficoltà.

E voi? Avete mai utilizzato il sistema Mantra? Cosa ne pensate? E soprattutto, quali aspetti credete che siano davvero fondamentali? Commentate questo post e fatemi conoscere la vostra opinione!

Commenti
Caricamento...