Voto statistico Gazzetta: sarà live!

300 parametri presi in esame per la novità dell'estate di Gazzetta

0

Sapete cosa si intende per voto statistico in relazione al fantacalcio? Si tratta della novità proposta da Gazzetta e Fantagazzetta per la stagione 2017/2018. Personalmente, vado cauto nel citare il termine “rivoluzione” poiché il voto statistico è già realtà da diversi anni in Italia e soprattutto all’estero.

Per chi, come me, ama partecipare anche a concorsi fantacalcistici al di fuori dei confini nazionali, sa bene quanto possa essere divertente giocare al fantacalcio con i voti statistici. Ma sa anche quanto questo sia diverso dal giocare con i tradizionali voti forniti dai giornalisti, storicamente condizionati da umori, simpatie e altri interessi (con le dovute eccezioni, ci mancherebbe).

Accolgo con grande interesse e felicità questa mossa di Gazzetta e Fantagazzetta, perché fornisce di fatto maggior potere alle leghe, le quali potranno personalizzare a proprio piacimento il gioco più bello al mondo dopo il calcio. In questo post, approfondirò proprio la novità presentata da Gazzetta sulla base delle informazioni rese pubbliche sin qui.

Da questa stagione, Gazzetta tramite la propria piattaforma Magic ha reso possibile creare la propria fantalega in maniera gratuita con 6 o più amici e la specifica app mobile che vi consentirà di gestire la rosa arriverà a breve (ma non prima della 1° giornata di campionato). Oltre al pacchetto gratuito, sarà presente anche una soluzione a pagamento, che vi consentirà di personalizzare ulteriori aspetti (circa 150 in totale).

Cosa significa questo? Che al costo di 9,99€ per squadra (senza costi aggiuntivi nel corso dell’anno) sarà possibile personalizzare praticamente qualsiasi cosa della propria fantalega. Sarà quindi possibile avvalersi di opzioni come i minibonus per pali e traverse o il voto statistico.

Quest’ultimo aspetto può essere utilizzato da solo o in combinazione con i voti forniti dai giornalisti della Gazzetta. Ma di cosa parliamo, nello specifico, quando ci riferiamo ai voti statistici? Di uno o più algoritmi in grado di trasformare molteplici parametri (circa 300) in un unico voto. Ciò che differenzia il voto statistico di Gazzetta con quello di Fantagazzetta è la possibilità di fruire di questo aspetto anche in live.

Se con Gazzetta il voto statistico sarà visibile in tempo reale tramite la piattaforma, questo non è ancora possibile farlo tramite Fantagazzetta, che però sta intensificando i propri sforzi su questo fronte e probabilmente ciò sarà la novità della prossima stagione.

Quali sono i parametri per generare il voto statistico dei portieri?

Gazzetta ha finalmente rivelato questo arcano. Complessivamente, come già ricordato, i parametri che verranno considerati ai fini della generazione del voto statistico saranno circa 300. Per i portieri, incidono nel voto parametri come la tipologia di parata, dove ci sarà differenza tra un tiro bloccato, uno respinto in campo e uno respinto in corner.

Altro aspetto essenziale è relativo alle coordinate del tiro effettuato dall’attaccante e le coordinate iniziali e finali del portiere al momento della parata, dove è lecito attendersi un punteggio superiore per i tiri molto ravvicinati, mentre per quelli da posizioni proibitive un punteggio leggermente inferiore.

È sempre più importante, per gli estremi difensori, saper utilizzare adeguatamente i propri piedi per migliorare la manovra della squadra. Ecco perché sono presi in grande considerazione anche aspetti come la rimessa dal fondo, i rilanci e i passaggi.

Tra gli aspetti che invece possono contribuire all’abbassamento del voto troviamo le palle alte chiamate e non trattenute, gli errori di posizione sui tiri e i passaggi errati, soprattutto se quest’ultimi creano occasioni da gol per gli avversari. Ovviamente, saranno presi in considerazione anche altri fattori importanti, come le uscite, le respinte di pugno, le scivolate ecc.

Quali sono i parametri per generare il voto statistico dei difensori?

Ogni ruolo ha delle specificità. Per i difensori verranno valutati con particolare attenzione i dribbling subiti/fermati e i tiri verso la porta bloccati, mentre in fase d’impostazione verrà tenuta particolarmente in considerazione la percentuale di precisione dei passaggi e i disimpegni palla al piede.

I palloni recuperati e gli interventi fuori tempo costituiranno altri parametri di valutazione, mentre verranno considerati fattori diversi a seconda della posizione. In altri termini, un difensore centrale verrà valutato con alcuni criteri specifici rispetto ad un terzino. Per quest’ultimi, saranno tenuti in considerazione anche la propensione agli assist, i dribbling tentati (ed eventualmente riusciti), i cross e i tiri.

È importante sottolineare come ogni parametro citato tenga in realtà conto di tanti altri aspetti. Per quanto riguarda i cross, ad esempio, sarà valutata la quantità di cross effettuati, la precisione, la capacità di generare occasioni da gol.

Quali sono i parametri per generare il voto statistico dei centrocampisti?

Anche qui, stesso ragionamento dei difensori. Il voto sarà differente a seconda della posizione in campo. Ciò significa che un mediano di rottura verrà valutato in maniera differente rispetto ad un centrocampista offensivo, abituato a sortite offensive nelle aree avversarie.

Su base statistica, un mediano di rottura potrebbe avere ottimi voti se svolge egregiamente il proprio compito, anche senza incidere in maniera particolare in fase offensiva. Tra le metriche valide per il giudizio, troviamo i duelli vinti (sia aerei, sia non aerei), i recuperi palla, i rigori conquistati, le punizioni conquistate, il numero di falli fatti/subiti e il possesso palla recuperato.

Sarà data particolare attenzione anche ai disimpegni, la percentuale di passaggi riusciti, la quantità di passaggi effettuati con il calcolo dei tocchi per minuto, assist e gol. Insomma, un bel ventaglio di parametri per fornire un voto (si spera) più oggettivo possibile.

Quali sono i parametri per generare il voto statistico degli attaccanti?

E infine, gli attaccanti. Coloro che determinano maggiormente le sorti delle nostre leghe. Ma sarà ancora così, con l’introduzione del voto oggettivo? Per rispondere a questa domanda, dovremo prima provare il sistema e poi dare un giudizio. Vi ricordo che ogni sistema di voti statistici è diverso, per cui uno potrebbe essere particolarmente sofisticato, mentre un altro potrebbe banalizzare le performance dei nostri campioni.

Con il voto statistico ci si aspetta che sia la prestazione ad incidere maggiormente piuttosto che i gol. Un attaccante può mettere in atto una pessima performance, nonostante abbia segnato un gol. Con il voto soggettivo, al gol dell’attaccante difficilmente corrispondevano dei voti bassi, anche al cospetto di evidenti dati oggettivi negativi.

Tra i parametri fondamentali in attacco con Gazzetta troviamo le sponde ai compagni, i tiri tentati, quelli finiti fuori e quelli finiti nello specchio della porta. Inoltre, particolare attenzione sarà riservata ai cross, ai dribbling tentati/riusciti e tutte le palle gol creati. Anche qui, verranno presi in considerazione parametri prettamente difensivi, come i recuperi palla, mentre proprio come i centrocampisti saranno presi in considerazione i rigori e le punizioni conquistate. Ovviamente, anche i gol incideranno.

Magic Gazzetta, altre novità

Breve riepilogo di tutte le altre novità stagionali proposte dalla Gazzetta dello Sport per il Magic. Innanzitutto, troviamo la differenziazione dei bonus dei gol per ruolo: +5 per i gol fatti dai portieri, +4,5 per i difensori, +4 per i centrocampisti, +3,5 per i trequartisti e il classico +3 per gli attaccanti.

Per il Magic +3 Campionato il budget sarà di 250 milioni per 23 giocatori: 3 portieri, 7 difensori, 8 tra centrocampisti (minimo 3) e trequartisti (minimo 1) e 5 attaccanti.

Oltre 600 i premi previsti, per un montepremi complessivo vicino ai 253.000€. Chi vince la classifica generale si porta a casa una Jaguar XF Prestige. Mica male! 😀 Per la classifica Elite, sarà valida una sola squadra per utente e sarà necessario abbinare il proprio codice fiscale. Per partecipare, basta acquistare l’abbonamento online o la Card in edicola. In entrambi i casi, si avrà compreso nel prezzo il Magic Libro (nel primo caso in edizione digitale, mentre nel secondo in versione cartacea).

Per quanto riguarda il listone Gazzetta, base di tantissimi fantacalcio in Italia, verrà pubblicato quasi ogni giorno sulla versione cartacea. In alternativa, potete consultarla online, comprando un apposito abbonamento Magic. Volete sapere chi sarà il calciatore più costoso di quest’anno? È Gonzalo Higuain, bomber della Juve, che costerà la bellezza di 37 crediti.

Commenti
Caricamento...