Vivere con la propria passione

Flop 11 5° Giornata Serie A

I peggiori di questo turno infrasettimanale.

0

Dopo aver visto i migliori di giornata, ecco lo spazio dedicato ai flop del turno. Per la prima volta non troviamo calciatori dell’Hellas Verona, mentre compaiono ancora i calciatori del Benevento grandi protagonisti in negativo delle ultime due giornate. Presenza fissa anche il Crotone. Vi ricordo che la fonte per le pagelle è Fantagazzetta. Ecco l’undici disposto con il 3-5-2:

Cordaz 6: Il portiere del Crotone paga per gli errori della sua difesa, che non lo aiuta in alcun modo. Spesso in balia degli avversari, a cui riesce comunque a negare altre reti. Contro la tempesta atalantina non può fare altro.

Lucioni 3,5: Il capitano affonda con la sua nave sarebbe il caso di dire. Il centrale dei sanniti soffre la fisicità di Dzeko e la scarsa affinità con il compagno di reparto Venuti, un terzino adattato centrale per necessità. Con il suo autogoal rende le cose ancora più complicate. Stesso discorso per Venuti.

Ajeti/Cabrera 4: I due centrali pitagorici contribuiscono ad affossare la propria squadra con errori di ogni tipo. Petagna, Gomez e Ilicic fanno ciò che vogliono penetrando ripetutamente nelle maglie – abbastanza larghe – della difesa dei calabresi.

Mbaye 5: Tra il goffo e lo sciagurato il suo intervento che regala il penalty all’Inter. Fino a quel momento la sua gara era stata di buon livello, avendo contenuto bene lo scatenato Perisic di questa prima parte di stagione. Sul voto finale pesa come un macigno il fallo fischiato per atterramento su Eder.

Memushaj 4: Il centrocampista albanese in massima serie soffre tantissimo. Nel centrocampo a 4 di Baroni va continuamente in affanno così come il compagno di reparto Chibsah. Regala il pallone a Perotti sulla terza rete giallorossa siglata da Dzeko.

Rohden 4,5: L’Atalanta a centrocampo va a mille all’ora. Sulla sua fascia è un assedio continuo, a cui lo svedese non può porre rimedio. Male male male anche lui che di solito è un calciatore tra gli ultimi ad arrendersi.

Badelj 5: Poche idee per il metronomo dei Viola. Non riesce a prendere per mano la sua squadra e non fa il giusto filtro tra centrocampo e difesa. A metà ripresa si fa espellere (doppia ammonizione) per un fallo dal limite lasciando i suoi in dieci.

Lucas Leiva 5: Da centrocampista è un signor giocatore. Equilibratore tattico imprescindibile per Inzaghi. Gli infortuni lo costringono ad arretrare in difesa e lì comincia a vacillare soffrendo sempre le incursioni del Napoli come nell’azione di Callejon. Rimedia anche un giallo perché Mertens è incontenibile per un difensore adattato come lui.

Hallfredsson 4,5: Disastrosa la prova del centrocampista islandese che si trova fuori posizione e in affanno. Soffre la batteria degli trequartisti granata e con Scuffet confeziona il momentaneo 2-0 degli ospiti depositando il pallone in fondo alla propria rete.

Puscas 4,5: Ha l’attenuante di trovarsi contro la difesa della Roma, non certo la più facile da superare. Ci mette del suo sbagliando molto e commettendo errori nella misura dei passaggi e nei movimenti. E’ giovane, il tempo è dalla sua. Il Benevento si affida anche alle sue giocate per tentare l’impresa salvezza.

Pavoletti 4,5: Si sa quando un attaccante si trova in difesa rischia di fare danni. È il caso dell’ex centravanti del Napoli che regala un calcio di rigore al Sassuolo, per sua fortuna neutralizzato da Cragno. Per il resto prestazione opaca e l’infortunio muscolare (un must) che lo mette fuori da giochi.

Commenti
Caricamento...