Top 11 5° Giornata Serie A

I migliori del turno infrasettimanale.

0

La prima mini fuga delle favorite alla vittoria finale (Juventus e Napoli) è iniziata nella giornata di campionato appena conclusa. Dopo il pareggio dell’Inter contro il Bologna, i campioni in carica della Juventus sono riusciti a prevalere sulla Fiorentina solo 1-0 grazie alla rete del croato Mandzukic. Il Napoli, che per la differenza reti è in testa alla classifica, ha battuto in rimonta la sorprendente Lazio di Simone Inzaghi per 4-1 con tanto di perla d’autore di Dries Mertens. Ora, stiliamo la top 11 prendendo come fonte voti le pagelle di Fantagazzetta. New entry in difesa e a centrocampo, conferme in attacco. Il modulo è il solito 3-4-3.

Cragno 7: Il portiere del Cagliari para il suo primo rigore nella massima serie ipnotizzando Matri dagli undici metri. Compie altri interventi prodigiosi nel corso della ripresa, ma non può nulla sul secondo penalty calciato ancora da Matri che regala il primo successo in campionato agli uomini di Bucchi.

Caldara 7: Il centrale classe 94 sfodera una prestazione sontuosa sia in fase difensiva che offensiva. Trova la via della rete sugli sviluppi di un corner e nella seconda frazione di gioco conquista il rigore poi trasformato da “Papu” Gomez. Il futuro della Nazionale passa da lui!

Koulibaly 7: K. K. si dimostra uno dei migliori difensori del nostro campionato. Ferma con le buone, ma anche con le cattive Immobile. Più ordinato rispetto al solito nell’allineamento difensivo. Ha il grande merito di cambiare l’inerzia del match con la rete siglata sugli sviluppi di un corner battuto sulla destra.

De Vrij 7: Probabilmente con il centrale olandese sarebbe stato un secondo tempo diverso quello di Lazio-Napoli. Un problema muscolare – l’ennesimo per la difesa laziale – lo mette k.o. Fino a quel momento aveva retto bene dietro e aveva avuto il merito di sbloccare la gara su assist di Immobile.

Ilicic 8: Autentico trascinatore degli orobici. È in grandissima condizione, spacca la partita con le sue accelerazioni fin dai primi minuti di gioco. Partendo dalla destra fa ciò che vuole e ai difensori pitagorici regala una serata da incubo. Per lui un goal e 2 assist. Bentornato Josip!

Verdi 7,5: Faro dell’attacco felsineo. Svaria su tutto il fronte offensivo mettendo in serie difficoltà la retroguardia nerazzurra. Gol di pregevole fattura su cui Handanovic può fare poco. Se l’ex Milan continua su questi livelli la Nazionale è alla sua portata.

Hetemaj 7: La new entry che non ti aspetti. Il centrocampista del Chievo è sempre stato poco avvezzo ai goal (con quello di ieri 3 in oltre 200 presenze in massima serie), ma quello del Marassi è importante per il pareggio dei clivensi che si confermano in un buono stato di forma.

Laxalt 7: Altra new entry. L’esterno sinistro uruguaiano si sblocca in questa stagione beffando l’incerto Sorrentino. Solita prova da stantuffo inesauribile in grado di mettere in difficoltà chiunque con la sua velocità. Questa volta è il turno del giovane e inesperto De Paoli.

Gomez 7: L’Atalanta baila al ritmo del fuoriclasse argentino, che insieme a Ilicic si dimostra di un altro pianeta almeno per la modesta retroguardia del Crotone. Goal su azione e goal dagli undici metri. Si può chiedere di più?

Dzeko 8: Forse non ha avversari che possano fermarlo se gioca così. La difesa sannita ci mette del suo, ma il centravanti bosniaco mette costantemente in apprensione gli avversari con la sua fisicità e i suoi movimenti. Doppietta che lo porta a 5 reti in 4 partite in questo campionato.

Mertens 7,5: Pennellata del pittore fiammingo Dries Mertens, che mette il punto esclamativo nella vittoria sulla Lazio. La rete ricorda, per dinamica, un goal di Maradona, uno che ha lasciato ricordi indelebili nei cuori azzurri. Solita prova da campione in grado di illuminare la scena. Entra di diritto tra i goal più belli del campionato.

Ecco la rete del belga:

Commenti
Caricamento...