Top 11 7° Giornata Serie A

Ecco i migliori del weekend.

0

Con il posticipo tra Atalanta e Juventus si è conclusa la 7° giornata di A. Il Napoli è solo in vetta alla classifica a punteggio pieno, con 7 vittorie in altrettante gare, inseguono la Juventus e l’Inter a -2, la Lazio a -5 e la Roma a -6 (con una partita in meno). In coda cambia poco, solo l’Hellas Verona va a punti sul gong impattando 2-2 in casa del Torino. Vediamo il migliore undici della settimana basandoci sui voti di Fantagazzetta. Molte new entry questa settimana. Il modulo prescelto è il 3-5-2:

Mirante (Bologna) 7: Il portiere dei felsinei è il segreto del successo del “Marassi”. Se Palacio segna, l’estremo difensore campano sfodera una prestazione sontuosa guadagnandosi un bel voto in pagella e il secondo clean sheet della stagione.

De Vrij (Lazio) 6: Gara dai due volti per il centrale di difesa olandese. Nel primo tempo procura il calcio di rigore, che porta al vantaggio del Sassuolo. Nella ripresa ha il merito di siglare il 2-1 che capovolge il risultato. Nel finale esce perché non al meglio.

Caldara (Atalanta) 7: Il futuro difensore della Juventus dà il via alla rimonta dei nerazzurri di Bergamo. Lesto sulla corta e goffa respinta di Buffon quando insacca in rete. Per il resto, difende bene e soffre il giusto contro gli attaccanti della Juventus.

Koulibaly (Napoli) 7,5: Non solo forza fisica per il centrale senegalese di proprietà del Napoli. Ottima tecnica di passaggio e soprattutto grande abilità nel recuperare il pallone senza commettere fallo. Preciso anche nei tackle, spesso puliti. Ha il merito di sfruttare al meglio uno schema su calcio di punizione di Jorginho.

Brozovic (Inter) 7,5: Alla vigilia era in ballottaggio con Joao Mario. Spalletti lo schiera dal 1° minuto e non se ne pente. Doppietta per il croato con due reti di pregevole fattura che consentono all’Inter di uscire indenne dal campo del fanalino di coda Benevento.

Luis Alberto (Lazio) 8: Menomale che non era al meglio! Lo spagnolo ex Liverpool è l’autentico uomo in più dei biancocelesti. Segna il goal del pareggio su punizione poco prima dello scadere della prima frazione di gioco e poi realizza la doppietta personale nella ripresa. Serve anche un assist per la rete del momentaneo 2-1 di De Vrij.

Parolo (Lazio) 8: A 32 anni sta vivendo una nuova giovinezza. Uomo fondamentale per il 3-5-1-1 di Simone Inzaghi. Bene in entrambe le fasi di gioco ed eccellente, come al solito, negli inserimenti. Doppietta per lui, che in carriera ha siglato anche un poker in serie A.

Castro (Chievo Verona) 8: “El Pata” realizza una doppietta che rilancia le ambizioni europee dei clivensi. Qualità e quantità. Da vedere e rivedere il goal che regala i tre punti agli uomini di Maran per la precisione con cui tocca di testa il pallone e lo indirizza sul palo dove Sportiello non può arrivare.

De Paul (Udinese) 7,5: Va in goal dal dischetto, sforna un assist e regala giocate in maniera più continua. Ecco il nuovo De Paul da cui dipendono molte delle trame offensive dei bianconeri. Sta ritornando sugli standard di quel giocatore che brillava ai tempi del Racing Avellaneda.

Maxi Lopez (Udinese) 7,5: Strano ma vero! Nella migliore formazione della settimana va l’ex marito di Wanda Nara. Doppietta per lui, ma finalmente una prova all’altezza delle aspettative. Fortunati i fantallenatori che hanno scommesso su di lui per questa stagione.

Mertens (Napoli) 7,5: Inventa un passaggio da antologia del calcio quando sono passati appena 180 secondi. Palla filtrante per Hamsik che fa 1-0. Difesa del Cagliari messa in scacco con una giocata da fuoriclasse, che i pochi eletti leggono. Poi conquista astutamente un calcio di rigore e lo trasforma. Sono 7 goal in altrettante giornate.

Commenti
Caricamento...