Consigli Fantacalcio 12° Giornata: Portieri e Difensori

Ecco i portieri e difensori su cui puntare nel prossimo turno di Serie A

0

Passata la rassegna europea per le squadre italiane è di nuovo tempo di rituffarsi nel campionato, prima di andare a riposo per via della sosta delle nazionali. Tra le sfide più interessanti di questo dodicesimo turno troviamo il derby della Lanterna sabato sera, un San Siro quasi esaurito per il lunch match tra Inter e Torino, un Franchi pieno per la sfida tra Fiorentina e Roma e il posticipo del Mapei Stadium, ultima spiaggia per Montella. Andiamo analizzare partita per partita quali portieri e quali difensori schierare e quali è opportuno evitare.

Bologna-Crotone: Il sipario sulla dodicesima giornata si apre al “Dall’Ara” dove un Bologna assai ferito ospita un Crotone che sta ritrovando certezze. I felsinei vengono da tre sconfitte consecutive ed è facile da credere che daranno l’anima per battere i calabresi che, invece, vengono dal grande successo con la Fiorentina. Gli squali, però, finora non hanno raccolto nemmeno un punto in trasferta ed è difficile che espugnano lo stadio bolognese. Da Costa, visto l’infortunio di Mirante, potrebbe centrare il clean sheet perciò mettetelo. Helander, convocato anche in nazionale per il playoff tra Italia e Svezia, potrebbe essere un nome a sorpresa per un possibile goal. Martella non è sicuro del posto non rischiatelo.

Genoa-Sampdoria: Il derby è sempre il derby: ecco perché una squadra in netta difficoltà come il Genoa può anche sperare di battere gli acerrimi rivali della Samp che sono in grande salute. La panchina di Juric potrebbe saltare in caso di debacle per il grifone ed ecco perché il tecnico cercherà riscatto e punti salvezza nella sfida più importante. In una gara come questa che si preannuncia ricca di gol non ce la sentiamo di consigliare un portiere, mentre come difensori potrebbero rivelarsi decisivi giocatori come Izzo, dotato di grande temperamento, e Strinic dotato di un buon sinistro.

Inter-Torino: Anticipo dell’ora di pranzo per la squadra di Spalletti che si ritroverà in un ambiente caldissimo visto che lo stadio sfiorerà i 72 mila spettatori per il grande entusiasmo creato dai nerazzurri finora. L’ex Mihajlovic ha salvato la panchina vincendo contro il Cagliari, ma dovrà fare una grande prestazione per ritrovare l’affetto dei tifosi. Dopo le due gare con gol subiti, anche in questa partita Handanovic potrebbe non mantenere la porta inviolata: sia lui che Sirigu sono da evitare. D’Ambrosio dopo la prova incolore di Verona, in casa sembra un altro giocatore. Tra i granata De Silvestri può essere un opzione, Lyanco meno visto che sembra destinato a partire riserva dopo il recupero dall’infortunio.

Cagliari-Hellas Verona: Diego Lopez sembra aver dato nuove motivazioni al Cagliari che nelle ultime tre ha sì vinto solo col Benevento ma non ha sfigurato nelle sconfitte con Lazio e Torino. L’Hellas, di contro, non meritava di perdere contro l’Inter ma finora ha fatto molto male in campionato specie fuori casa. Ci sarà ancora Rafael, vista l’indisponibilità di Cragno, e il suo è un nome spendibile per ottenere il +1, rispetto al collega Nicolas che dovrà fronteggiare Pavoletti e compagni. Inutile fare i soliti nomi di Padoin e Romulo, ecco perché come sorprese potremmo ritrovare Romagna e Heurtaux in ripresa nelle ultime gare. Caceres, tornato da un problema fisico, sarebbe meglio evitarlo.

Chievo Verona-Napoli: Per dimenticare in fretta la sconfitta subita dal Manchester City non ci sarebbe niente di meglio per il Napoli di una vittoria a Verona per passare una sosta ancora da primi in classifica. Gli azzurri non avranno un compito facile perché anche i clivensi vogliono riscattare due sconfitte consecutive. I partenopei potrebbero certamente continuare il loro ruolino di marcia eccezionale in Serie A, ma schierare Reina non è così saggio. Mario Rui, se rileverà Ghoulam, out per i prossimi 4-6 mesi, sarà un giocatore su cui puntare per il futuro. Tra i gialloblù Cacciatore, come dimostrato a Marassi, può sfruttare la sua capacità aerea, mentre Dainelli potrebbe andare in difficoltà contro Mertens e soci.

Fiorentina-Roma: Viola riportati sulla terra dal tonfo dello Scida dopo tre successi, contro i giallorossi estremamente cinici in Serie A (ultime tre vittorie per 1-0) e brillanti in Champions visto il 3-0 rifilato al Chelsea. Al Franchi potrebbe uscir fuori una gran bella partita tra due squadre dal potenziale offensivo importante, ecco perchè Sportiello ed Alisson andrebbero preservati per gare più morbide, anche se il brasiliano è in formissima e un suo impiego potrebbe essere rischiato. Pezzella giocherà terzino per l’infortunio di Laurini e allora potrebbe essere rischioso inserirlo nella fantaformazione, così come il rientrante Manolas. Se Pioli confermasse la difesa a 4, però Biraghi potrebbe essere una soluzione intrigante.

Juventus-Benevento: Sfida impossibile per i sanniti? Quasi certamente sì, visto che essendo a zero finora, un risultato favorevole agli stregoni da cogliere allo Stadium è pura utopia al momento. Lo stesso De Zerbi ha parlato di campionato che inizierà dalla prossima col Sassuolo, ed ecco perché la vittoria della Juve è quasi scontata, ma occhio alle trappole post Champions. Buffon o molto probabilmente Szczesny va, però, inserito senza indugi. Alex Sandro è in ballottaggio perciò puntate su Lichtsteiner. Tra i giallorossi, invece, meglio non inserire nessun giocatore del pacchetto arretrato o soltanto Lazaar se non avete di meglio.

Lazio-Udinese: I biancocelesti sono al momento una delle squadre più in forma del campionato, nonché l’unica a vincere tutte le quattro gare di Europa League. Simone Inzaghi per chiudere questo cerchio perfetto e tornare dopo la sosta più carico di prima deve però superare la resistenza dei friulani reduci da due successi e molto diversi rispetto alla gita all’Olimpico con la Roma di un mese fa. Aldilà delle scaramanzie puntare su Strakosha sembra essere una buona idea, mentre il ritrovato Bizzarri meglio tenerselo caldo per un’altra gara. Domenica De Vrij potrebbe fare la differenza così come Widmer se sarà impegnato come quarto di centrocampo.

Atalanta-Spal: La Dea vuol tornare a sorridere e per farlo dovrà affidarsi al fattore campo, visto che nelle ultime due trasferte tra Serie A e Europa League ha solo raccolto un pareggio. Gasperini dovrà vedersela con la Spal di Semplici tornata alla vittoria dopo una lunga striscia negativa. Oltre la stanchezza per il viaggio a Cipro, la sfida delle 18 non dovrebbe però presentare grossi ostacoli per i bergamaschi, motivo per il quale è vivamente consigliato l’impiego di Berisha per sperare di ottenere il bonus imbattibilità. Se siete a caccia anche di voti buoni tra i difensori ecco Toloi, a riposo in Europa, e Salamon in gran spolvero contro il Genoa.

Sassuolo-Milan: Ultima chiamata per il Milan di Montella che se non vuole mandare a monte tutta la stagione è chiamato a trovare i tre punti in un campo storicamente ostico. Il Sassuolo, però, non è quello degli altri anni e non rappresenta una missione impossibile per i rossoneri, anche se la pessima prestazione di Atene e un briciolo di reazione dei neroverdi vista a Napoli indicano prudenza. Sterile l’attacco del Sassuolo ma per Donnarumma meglio aspettare gare più agevoli. Acerbi sì visto che è un ex, mentre Gazzola no dato il ballottaggio con Lirola. Rodriguez apparso stanco meglio farlo riposare, mentre Bonucci, uno dei migliori in Europa League potrebbe finalmente sbloccarsi.

Commenti
Caricamento...