Vivere con la propria passione

Top 11 12° Giornata Serie A

I migliori del turno di campionato appena concluso.

0

I verdetti della giornata ci consegnano un campionato ancora più avvincente. Il Napoli e l’Inter si fermano pareggiando contro Chievo e Torino, mentre la Juventus accorcia le distanze dalla vetta vincendo di misura 2-1 contro il Benevento. In coda cambia poco perché nessuna tra Genoa, Hellas Verona e Benevento va a punti. Come di consueto, vediamo la miglior formazione di giornata basandoci sui fantavoti di Fantagazzetta. Il modulo prescelto è il 3-5-2. Tante le sorprese!

Nicolas 8: Il portiere dell’Hellas ha cominciato la stagione molto male. Strada facendo si sta riprendendo a suon di buone prestazioni. Per sua sfortuna la difesa non lo aiuta e lui, dopo aver neutralizzato il penalty di Cigarini, deve inginocchiarsi davanti alle reti Ceppitelli e Faragò.

Manolas 10: Il centrale greco è tornato, almeno in una gara, ai suoi livelli. Ottimo posizionamento, bravo nell’impostazione e nel recupero della sfera. Ha il merito di riportare in vantaggio la Roma siglando il 2-3. La Roma punta su di lui per continuare la scalata ai vertici.

Romagnoli 9,5: È stato a lungo il più criticato da Bonucci per errori commessi nella difesa a 3. Contro il Sassuolo non è impeccabile, ma ha il merito di siglare la rete che porta in vantaggio i rossoneri. Un segnale di speranza per il giovane difensore scuola Roma.

Ceppitelli 9,5: L’ex centrale difensivo del Bari ha sempre mostrato un certo feeling con il goal. Lanciato nella mischia per sostituire l’indisponibile Pisacane, ripaga la fiducia di mister Lopez. Ha vinto il pregiudizio di critici che lo ritenevano adatto solo ad una difesa a 4.

Faragò/Ramirez 10: Le caratteristiche tecniche sono molto differenti. Il primo è una mezzala, che in B con il Novara andava spesso in rete, mentre l’uruguagio è il più classico dei trequartisti. Goal pesanti per entrambi. Il sardo porta tre punti in casa Cagliari in una sfida salvezza, il blucerchiato con il tocco sotto supera Perin e manda in visibilio i tifosi della Samp.

Suso 10: Il campione del Milan. L’unico a cui Montella non potrebbe e non dovrebbe mai rinunciare. Goal capolavoro. Un mancino come pochi in Serie A. Salva la panchina di Montella, almeno per ora, e consente al Milan di respirare aria di Europa League.

Gerson 13,5: È l’uomo che non ti aspetti! Doppietta di mancino che lascia di sasso la difesa di Pioli. Grande prova, ma soprattutto la freddezza da campione, quella che aveva intravisto Sabatini quando lo prelevò dalla Fluminense. Se esplode è merito di Di Francesco che gli ha trovato una posizione rispettando le sue qualità tecniche rilevanti.

Rizzo/Perotti 10: Goal dal peso differente per i due centrocampisti. Lo spallino trafigge Berisha in giornata di grazia e regala un punto meritato alla Spal di Semplici, il secondo subentra e archivia la pratica con un goal in contropiede.

Verdi 13,5: Come lui nessuno mai! Una doppietta siglata calciando prima di sinistro, poi di destro, sempre su calcio piazzato. Questo record non basta per dare i 3 punti contro il Crotone. Donadoni spera che i suoi goal bastino per raggiungere una salvezza tranquilla.

Budimir 13: Protagonista della sfida contro il Bologna. La sua doppietta consente alla squadra di Nicola di allontanarsi dalla zona rossa. I suoi goal serviranno per rendere la salvezza meno sofferta dello scorso anno.

Iago Falque/Quagliarella 10: Il talento spagnolo gela il Meazza con il suo tiro mancino dal limite destro dell’area di rigore. L’immortale Fabio Quagliarella raddoppia nel derby della Lanterna e certifica la vittoria per la Samp di Giampaolo, sesta forza del campionato, ma con una partita in meno.

Commenti
Caricamento...