Vivere con la propria passione

Top 11-14° Giornata Serie A.

I migliori del turno.

0

Con il successo di misura dell’Atalanta contro il fanalino di coda Benevento si è conclusa la 14° giornata della Serie A 2017-2018. Il Napoli, l’Inter e la Juventus vincono e approfittano del pareggio di Roma e Lazio ora più staccate. Turno di campionato che determina gli esoneri di Montella e Bucchi, che verranno rimpiazzati rispettivamente da Gattuso e Iachini. Ora, con l’ausilio dei voti forniti da Fantagazzetta vediamo il miglior 11 del weekend basandoci sul fantavoto. Il modulo è il consueto 3-4-3. Moltissime le novità in quasi tutti i settori del campo.

Scuffet (Udinese) 8,5: Il rigore parato a Jorginho gli vale il titolo di miglior portiere di giornata, ma non basta alla sua Udinese di uscire con punti nella sfida contro la capolista Napoli. Ha colto l’occasione per mandare un messaggio al neotecnico Oddo: vuole essere lui il titolare!

De Sciglio (Juventus) 10: Non sapeva come esultare. D’altra parte chi conosce questo mondo sa che dall’ex milanista non c’è da aspettarsi molto sotto il profilo dei bonus. Invece, Mattia ha smentito tutti siglando il primo goal da professionista con un bel tiro dal limite che non ha lasciato scampo a Cordaz.

De Vrij (Lazio) 10: Il centrale olandese della Lazio, invece, è più avvezzo ad andare in goal. Ne ha segnati alcuni anche nelle passate stagioni in cui è stato martoriato da infortuni. Affidabile con Bastos e Radu ai lati, si scatenerà un’asta selvaggia in estate essendo in scadenza di contratto.

Mbaye (Bologna) 7,5: Il terzino del Bologna è una new entry assoluta. Pochi si sarebbero aspettati che avrebbe sfoderato una prestazione di altissimo profilo e siglato persino una rete. Segnali confortanti per Donadoni e sui fantallenatori che cercano in vista di gennaio un colpo low cost in difesa.

B. Zuculini (Hellas Verona) 10: Seconda rete stagionale in campionato, ma sigillo di capitale importante per le ambizioni di salvezza della squadra scaligera. Sta crescendo come intensità e sta ritornando ai livelli di inizio carriera in cui offriva dinamismo, verticalizzazioni e goal.

Brozovic (Inter) 10: Ultimamente si sta facendo sempre trovare pronto quando viene chiamato in causa. Il centrocampista croato dell’Inter sta dando il suo contributo sia in fase realizzativa, ma anche di manovra. Meno indolente e più cattivo e concreto come vuole Spalletti.

Cristante (Atalanta) 10: Diventerà un pilastro per la futura Italia? A Bergamo lo sperano, perché stanno svezzando un potenziale campioncino che rischiava di essere gettato via troppo presto e frettolosamente. L’ex Benfica e Milan tra le altre, sta diventando un fattore in zona goal: 5 reti e un assist per lui.

Verdi (Bologna) 11: Sta crescendo in maniera esponenziale nelle ultime gare. La bocciatura durante la partita disputata con la Nazionale gli è servita eccome. Sta trascinando il Bologna nelle ultime gare a suon di assist, goal e giocate. Donadoni ne è ben felice e il prossimo ct della Nazionale spera di poter puntare su di lui.

Mandzukic (Juventus) 10: Il voto statistico fa la differenza e gli consente di figurare in questa Top 11. Battuta la concorrenza di Okwonkwo e di Verde per mezzo punto. Il croato apre la festa del goal bianconero in casa contro il Crotone. Nell’incertezza riguardo l’infortunio di Higuain lui c’è sempre.

Inglese (Chievo Verona) 13,5: I clivensi sperano di non doversene provare a Gennaio quando potrebbe passare alla corte del Napoli di Sarri. Intanto, se lo godono e sperano di raggiungere l’ennesima salvezza tranquilla targata Maran, una garanzia. Per il centravanti classe ’91 sono 6 le reti realizzate.

Icardi (Inter) 13,5: Ormai, non sappiamo più cosa aggiungere sul centravanti argentino dei nerazzurri. Davvero pare non ci sia modo per fermarlo, sta diventando spietato e cinico come non mai. Sono da ammirare e da far vedere alle scuole calcio i suoi movimenti da attaccante e di attacco dello spazio. Ancora 2 reti per Maurito.

Top 11

 

Commenti
Caricamento...