Vivere con la propria passione

Flop 11-15° Giornata Serie A

Ecco i peggiori della settimana.

0

Giornata piena di goal pesanti e ricca di colpi di scena. Dopo la Top 11 è il momento della Flop 11 della settimana basata sui fantavoti di Fantagazzetta. In caso di parità vengono considerati anche i voti statistici. Il modulo prescelto è il 5-4-1.

Sorrentino (Chievo Verona) 0: Difficile aggiungere qualcosa. Sicuramente è una novità vedere il Chievo Verona subire un’imbarcata del genere. Il portiere ci mette del suo in almeno due/tre goal in cui poteva fare di più.

Dainelli (Chievo Verona) 4: Ok. Va bene che Icardi è il centravanti più in forma del campionato, ma non è ammissibile la libertà che gli è stata concessa. Non si contano sulle dita di una mano gli errori di posizionamento.

Romagnoli (Milan) 4: Continua il momento negativo del centrale difensivo classe 95. In quel di Benevento non brilla e continua il difficile apprendistato nella difesa a 3. Si fa espellere con un intervento pericoloso a centrocampo. 

Cannavaro (Sassuolo) 4: L’ex Napoli sfoggia una prestazione assolutamente da dimenticare. Balla con Acerbi a ritmo di tango argentino a causa dei movimenti smarcanti di Simeone e perde Veretout in occasione della seconda rete gigliata.

Ceccherini (Crotone) 4,5: Il difensore pitagorico crolla insieme ai compagni di reparto sbagliando di tutto e di più. È imprescindibile nello scacchiere tattico di Nicola e per gli equilibri difensivi degli squali.

Felipe (Spal) 3: Un calciatore della sua esperienza dovrebbe essere una garanzia per la difesa spallina giovane e priva di esperienza in Serie A. Invece, lascia in suoi in inferiorità numerica e dà il là al monologo giallorosso.

N.Rigoni (Chievo Verona) 4,5: L’assenza di Radovanovic pesa due volte se si analizza la prestazione opaca del mediano clivense. Non riesce a garantire equilibrio alla squadra di Maran ed è costantemente superato dagli avversari.

Baselli (Torino) 4,5: Prestazione opaca per la mezzala che sbaglia molti passaggi e soffre la fisicità dei pari ruolo atalantini. Una pausa dopo alcune gare in cui sembrava in ascesa e iniziava a farvi raccogliere i frutti dei fantamilioni spesi.

Magnanelli (Sassuolo) 4,5: Il capitano affonda con la sua nave. Iachini deve rimboccarsi le maniche per garantire al Sassuolo una salvezza tranquilla. Il centrocampista deve ritrovare l’antico animus pugnandi.

Rohden (Crotone) 5,5: Lo svedese è condannato dal voto statistico 4,5, inferiore rispetto a quelli dei vari Birsa, Lazzari, Kurtic e Missiroli. Vince il ballottaggio e parte dall’inizio, ma la sua prova non convince.

Mertens (Napoli) 4,5: Il fantasista belga è stanco, perché gioca sempre. L’assenza per infortunio di Milik non consente turnover e lui non dà più quel brio e quelle accelerazioni alla manovra partenopea. La difesa bianconera lo annulla.

 

Commenti
Caricamento...