Flop 11-16° Giornata Serie A

I peggiori di questo turno di campionato.

0

Dopo aver visto i migliori della settimana, diamo uno sguardo alle note dolenti del weekend di campionato appena concluso. Basandoci sui fantavoti di Fantagazzetta stiliamo un 4-3-3 con i seguenti elementi.

Viviano (Sampdoria) 2: Lo scorso anno a Cagliari aveva commesso un errore grossolano, quest’anno si è ripetuto con un rinvio ai limiti dell’imbarazzante che ha centrato Farias appostato fuori area. Sulla rete del pareggio di Pavoletti poteva fare meglio, ma le colpe vanno addossate soprattutto a Silvestre

De Paoli (Chievo Verona) 4,5: Prova sofferta per il jolly clivense che soffre la velocità dello stantuffo serbo Kolarov che lo supera continuamente. Altra prestazione negativa dopo l’insufficienza rimediata contro l’Inter. Il giallo lo obbliga a rimanere contratto, Maran se ne accorge – forse tardivamente – e lo sostituisce.

Acerbi (Sassuolo) 3,5 : Incredibilmente è lui che sfigura questa settimana rispetto al compagno di reparto. Goffo l’autorete nel tentativo di anticipare il croato Budimir. Deve trovare i giusti meccanismi con Goldaniga in vista del prossimo trasferimento di Paolo Cannavaro in Cina.

Costa (Benevento) 4: Il difensore dei sanniti ritorna in questa formazione dopo il sorprendente match disputato contro il Milan. Per lui Barak e Lasagna sono dei rebus irrisolvibili. Da un giocatore della sua esperienza ci si aspetta molto di più.

Izzo (Genoa) 4,5: Scontata la squalifica il difensore di Scampia ha giocato alcune partite di buon livello collezionando sufficienze. Nelle ultime settimane, invece, sembra entrato in una spirale negativa non riuscendo mai ad andare oltre il 5. Contro l’Atalanta è andato addirittura sotto. 

Rohden (Crotone) 5: Il centrocampista pitagorico aveva iniziato bene la stagione con la rete alla Fiorentina e alcune sufficienze. Poi il buio, mai sufficiente nelle ultime settimane e spesso presente nella Flop 11. Con Zenga dovrà faticare per trovare la sua dimensione in campo.

Viviani (Spal) 4,5: Prestazione da dimenticare per il faro del centrocampo spallino. Soffre la fisicità e il dinamismo dei pari ruolo scaligeri. Sbaglia molti passaggi e non gli riescono le solite giocate. Il cartellino giallo lo obbliga a gestire e lo condiziona molto dal punto di vista del gioco.

Fofana (Udinese) 5: L’infortunio al perone dello scorso anno ha tolto molte certezze all’ex Citizens. Fatica a ritrovare se stesso anche con Oddo. Sbaglia molto e non riesce a mixare qualità e quantità come fatto nella prima parte dello scorso anno. Serve tempo e fiducia.

Matri (Sassuolo) 2,5: Entra per sostituire il match winner Politano, ma non riesce a dare il massimo nei minuti in cui gioca. Anzi, riesce a farsi parare un rigore da Cordaz, e non consente al Sassuolo di giocare con tranquillità nel finale di partita.

Higuain 4,5: Condannato dal voto statistico di mezzo punto inferiore al napoletano Callejon. Abulico e imbrigliato dalla coppia difensiva Miranda e Skriniar. Il centravanti argentino non riesce quasi mai a vincere gli 1 vs 1 contro i due nerazzurri. L’ammonizione gli abbassa ulteriormente il fantavoto.

Immobile (Lazio) 3,5: Senza dubbio l’episodio controverso che ha deciso Lazio-Torino è stato quello che vede protagonista il centravanti biancoceleste. Espulso per un gesto ingenuo, ma non violento ai danni di Burdisso in segno di protesta per un rigore solare non fischiato sul fallo di mano di Iago Falque.

Commenti
Caricamento...