Top 11-17° Giornata Serie A.

I migliori della settimana.

0

Con il pirotecnico 3-3 tra Atalanta e Lazio si è conclusa una giornata incredibile, ricca di colpi di scena. Napoli che riconquista la vetta dopo la vittoria sul campo del Torino e complice la sconfitta casalinga dell’Inter contro l’Udinese di Oddo. Ne approfitta la Juventus che supera i nerazzurri e si porta al secondo posto con il 3-0 rifilato al Bologna. Vittoria per la Roma che si mantiene al quarto posto con una partita in meno. In coda cade il Benevento contro la Spal, vince il sorprendente Hellas Verona contro il Milan, il Sassuolo in trasferta contro la Samp e il Crotone contro il Chievo Verona. Decidono di non farsi del male Fiorentina e Genoa. Basandoci sui voti di Fantagazzetta stiliamo la miglior formazione di giornata schierata con il 3-5-2.

Viviano (Sampdoria) 9: Il portiere della Sampdoria neutralizza il penalty allo specialista Politano e provando a riscattare le défaillances commesse contro il Cagliari una settimana fa. Peccato che poco dopo non basta il suo tuffo per parare la conclusione di Matri.

Koulibaly (Napoli) 10,5: Passano 4 minuti e il centrale senegalese porta in vantaggio gli azzurri con goal di testa preciso sulla sponda di Allan. Sovrasta Belotti con la sua fisicità e spicca per la personalità con cui gestisce il pallone in difesa e dà il via alla manovra partenopea.

Fazio (Roma) 10: Goal di importanza capitale per il difensore argentino dei giallorossi. Per il resto ordinaria amministrazione in fase difensiva dove Pavoletti non riesce mai a rendersi pericoloso. La vera stella tra Manolas e lui è forse l’ex Siviglia.

Caldara (Atalanta) 10: Segna più lui che il centravanti Petagna. Dopo i 7 goal dello scorso anno, già è a quota 4. Veri movimenti da attaccanti e stacco letale alle spalle di Marusic. In fase difensiva personalmente sbaglia poco e tiene bene la posizione.

Barak (Udinese) 10: Sta nascendo una stella in terra friulana. Per il talento ceco già sono 4 reti in campionato. In poche settimane da meteora a stella. Come movenze assomiglia molto a Marek Hamsik, ritornato al goal contro il Torino. 

Pjanic (Juventus) 11,5: Il bosniaco continua il suo buon momento di forma con una punizione pennellata all’incrocio dove Mirante non può nulla. Poi regala un assist al bacio per il raddoppio del croato Mandzukic. Da segnalare anche l’ottima prova di Matuidi.

Milinkovic-Savic (Lazio) 13,5 : Due reti di altissima fattura per il centrocampista biancoceleste che nel suo gioco esprime al meglio il mix tra qualità e quantità. Lotito già gongola immaginando una ricchissima futura plusvalenza in vista dell’estate.

Bessa (Hellas Verona) 11,5: Finalmente Daniel! Il centrocampista cresciuto nel settore giovanile dell’Inter dà sfoggio – era ora – del suo talento anche nella massima serie. Entra in campo per sostituire l’infortunato Valoti e di fatto decide la sfida. Assist e goal, la sua stagione parte da qui, almeno lo sperano i fantallenatori.

Ilicic (Atalanta) 13,5: Stagione da incorniciare per Josip che sembra aver rubato i poteri e la vena realizzativa che il “Papu” Gomez aveva la scorsa stagione. Doppietta che certifica un’ottima gara e una prima parte di campionato di altissimo livello. Un capolavoro il primo goal.

Matri (Sassuolo) 10: Salva Politano e il direttore di gara, reo di non aver fischiato un nuovo penalty per il fallo di mano di Torreira, siglando una rete di pregevole fattura sul cross dalla sinistra di Peluso. Ruba il tempo a Ferrari e beffa Viviano. 

Floccari (Spal) 13,5: Doppietta da centravanti di razza per uno degli artefici della promozione spallina. Schierato, a sorpresa dal primo minuto, non delude le aspettative di Semplici, compagni e fantallenatori regalando due reti importanti per i neopromossi.

Top 11
Top 11 Serie A
Commenti
Caricamento...