L’assurda vincita di Augustin: guadagna oltre 9000€ con una schedina da 50cent!

Dal campionato spagnolo una storia incredibile

0

Oggi voglio parlarvi di un’assurda storia che mi è capitato di conoscere in questi giorni. Viene dalla Spagna e ha come protagonista Augustin Doblado Delgado, tifoso sfegatato del Betis e socio numero 30659 della squadra. Il nome, ovviamente, non vi dirà nulla, ma è salito alla ribalta con una vincita clamorosa, credendo sino in fondo al potenziale della sua squadra, che ha cominciato alla grande questo 2018, prima con la vittoria nel derby contro il Siviglia allenato da Montella (5-3) e poi con la vittoria per 3-2 contro il Leganés.

Non toglie nulla alla storia il fatto che il Real Betis sia reduce da una sonora sconfitta per 5 reti a 0 contro gli alieni del Barcellona, perché la magia di Augustin si concretizza proprio nella remuntada casalinga contro il Leganés.

Il giovane spagnolo ha deciso di puntare, prematch, su 14 squadre, scommettendo 50 centesimi, giusto per rendere più interessante il weekend di campionato. I suoi pronostici hanno riguardato esclusivamente l’esito finale dei match: 1, X, 2. Nessuna doppia chance e una vincita potenziale monstre di 9773, 10 euro.

Ha cominciato a prenderli, uno ad uno. E così da sogno irrealizzabile quella vincita potenziale diventa via via sempre più tangibile. Augustin, proseguendo nelle sue verifiche, si rende conto di aver indovinato ben 13 dei 14 risultati pronosticati. Ne manca solo uno: quello di Betis-Leganés. L’agenzia di scommesse gli offre un accordo: 4107 euro subito, per scongiurare la vincita ben più alta, ma non sicura per Augustin.

Augustin ascolta, riflette, rifiuta. Non potrebbe mai decidere di non concedere fiducia alla propria squadra del cuore, a prescindere dalla posta in palio. Così comincia la partita, vissuta con pathos senza precedenti e il campo sembra dare subito ragione al giovane spagnolo.

Passa in vantaggio il Real Betis al 20° con l’ex Fiorentina Cristian Tello e trova anche il raddoppio al 40° con Joaquìn su assist di Adan. Augustin comincia a pregustare la vincita e tutto quello che potrebbe fare con quei soldi caduti dal cielo. Ma il Leganés decide di frapporsi tra Augustin e quella vincita che potrebbe migliorare sensibilmente la sua vita.

Al 44° ci pensa Gerard Gumbau ad accorciare le distanze, mentre al 71° arriva il clamoroso pareggio di Eraso. Sembra un incubo per Augustin, ma a 7 minuti dalla fine arriva l’episodio chiave in grado di decidere le sorti del match: mani di Amrabat in area di rigore e penalty per il Betis, finalizzato da Rubén Castro.

3-2 il risultato finale, con un sospiro di sollievo e un urlo liberatorio da parte di Augustin, che ha dimostrato come la fede incrollabile per una squadra può essere ricompensata anche in modi del tutto inaspettati.

Commenti
Caricamento...