Consigli Fantacalcio 22° Giornata Serie A: Attaccanti

Nomi da schierare e da evitare per il terzo turno di ritorno

0

Archiviati i due recuperi giocati mercoledì, eccoci di nuovo pronti per il week-end di Serie A e per il fantacalcio. Il 22esimo turno, ossia il terzo del girone di ritorno, vedrà incroci che potrebbero essere decisivi per la lotta alle posizioni europee e nella corsa alla salvezza. Si torna a giocare di sabato con i due canonici anticipi che vedranno protagoniste Atalanta e Juventus, che si affronteranno poi martedì a Bergamo per la semifinale d’andata della Coppa Italia. I nerazzurri saranno di scena alle 18 sul campo del Sassuolo, mentre i bianconeri andranno a far visita ad un Chievo in forte crisi. La domenica si aprirà con il lunch match tra Spal ed Inter, per poi proseguire nel pomeriggio con 5 gare tra cui spicca Crotone-Cagliari, vero e proprio scontro diretto per la permanenza in Serie A. Alle 18 Milan-Lazio, che curiosamente si riaffronteranno sempre a San Siro mercoledì in Coppa Italia, mentre alle 20:45 sarà la volta di Roma-Sampdoria, rivincita del recupero di mercoledì. Tutto chiaro? Ecco i nostri consigli sugli attaccanti che potrebbero regalarvi gioie in questo turno.

Sassuolo-Atalanta: Neroverdi in netta ripresa nelle ultime giornate con la cura Iachini, contro un’Atalanta, strano a dirsi, ma bella in trasferta e bruttina in casa nei recenti 4 incontri. Sembrerà strano anche in questo caso ma se cercate un attaccante che possa regalarvi gioie a basso costo, i nomi sono quelli di Falcinelli e Cornelius. Entrambi dovrebbero partire dal primo minuto, nonostante i ballottaggi con Matri e Petagna, e cercano riscatto dopo una domenica all’asciutto. Berardi bis? Difficile. Politano? Più no che sì per le voci di mercato. Gomez? Una sicurezza.

Chievo-Juventus: Gialloblù che hanno raccolto il misero bottino di due punti nelle ultime sette partite, contro la corazzata bianconera che da metà novembre ha subito un solo goal, proprio al Bentegodi, ma contro l’Hellas. Maran è in difficoltà senza i goal di Inglese e perlomeno ritrova Meggiorini tra i convocati. Affidarsi all’eterno Pellissier, che sa come far goal alla Juve, può essere una mossa azzeccata ma anche un azzardo. Sembrerà scontato però stavolta potrebbe essere la serata di Higuain: il Pipita non segna da un po’ ed Allegri lo ha rincuorato dopo la gara col Genoa.

Spal-Inter: Spal nei bassifondi della classifica nonostante le ultime incoraggianti prestazioni, condite però da pochi punti, contro un’Inter che non vince dal 3 dicembre in campionato. Tutti gli ingredienti per una sfida dal sapore molto incerto. Borriello probabilmente sarà indisponibile e Paloschi è da valutare: sfruttate il buon momento di Floccari e di Antenucci, prendetene soltanto uno dei due. Il solito Icardi? Beh, puntare sull’argentino non è mai una cattiva idea, ma occhio ad Eder possibile scommessa: entrato bene con la Roma, ha aiutato il compagno di reparto, ha rifiutato la cessione al Crystal Palace e costa poco.

Crotone-Cagliari: Sfida delicata ma al tempo stesso molto affascinante tra le due squadre rossoblù: i calabresi sono reduci dal convincente successo sul campo dell’Hellas, mentre i sardi hanno fornito ottime prestazioni anche se raccogliendo zero punti con Roma, Juve e Milan. Con le punte spuntate sarà una gara per fantasisti: evitate il pericoloso ballottaggio Budimir-Trotta e concentratevi su Ricci, delizioso nella gara del Bentegodi. Pavoletti squalificato e Sau infortunato? No problem c’è il folletto Farias a caccia di bonus. In coppia con lui ci sarà Giannetti ma acquistarlo sarebbe un follia.

Fiorentina-Hellas: Gara da non fallire per entrambe le formazioni: gli uomini di Pioli devono reagire al pesante ko di Genova e tornare al successo che manca da un mese, mentre Pecchia si gioca la panchina dopo il tonfo col Crotone. Qui di attaccanti ce ne sono pochi e di certezze ancora meno: Simeone è da schierare, ma se puntate su Thereau potreste ritrovarvi sorprese: il francese dopo l’assenza con la Samp cercherà di forzare il rientro. Pazzini è ai titoli di coda, ma puntare sul neo acquisto Petkovic può esser rischioso. A basso prezzo meglio puntare su Matos in una gara da contropiede.

Genoa-Udinese: Fino ad una settimana fa i sorrisi abbondavano nelle due compagini, ma dopo la sconfitta allo Stadium per il Grifone e il pareggio con la Spal e il ko nel recupero con la Lazio per i friulani, non è più tempo di scherzare. Ballardini, che non potrà contare su Rossi per almeno un mese, ha il solito grande dubbio: Pandev-Lapadula o Galabinov da affiancare a Taarabt. Noi consigliamo Lapadula. Oddo deve fare i conti con le condizioni di Lasagna non al meglio: se non avete voglia di rischiarlo, evitate sia lui che Maxi non brillantissimo con i biancocelesti. Perica da non sottovalutare.

Napoli-Bologna: Gara da non sottovalutare per gli uomini di Maurizio Sarri, reduci, però, dal grande successo a Bergamo. Al San Paolo arriva un Bologna non con un disperato bisogno di punti ma che tiene a far bene, in virtù del caso Verdi e dell’ex Dzemaili. Dopo aver indovinato Mertens nello scorso turno, ora vi diciamo Callejon match winner dell’ultima gara casalinga. Destro è in un buon momento ma sarebbe meglio evitarlo per gare più morbide, così come Palacio in forte calo dopo il forte avvio di stagione.

Torino-Benevento: I granata con Mazzarri hanno rimediato 4 punti in due gare ed ora sembra tutto pronto per farne 7: il Benevento non ha ancora fatto punti in trasferta e salvo miracoli, difficilmente creerà grattacapi al Torino. Scontato il nome di Iago Falque, concentratevi su Niang prima punta, già decisivo col Bologna. Ljajic potrebbe esser distratto dal mercato ed allora attenzione a Boye in ballottaggio col serbo. Per Coda e Brignola aspettate nuove gare al Vigorito, anche se l’ex Salernitana potrebbe inventarsi sempre qualcosa.

Milan-Lazio: Prima di pensare alla gara di Coppa Italia, Milan e Lazio devono concentrarsi su questa partita. I rossoneri sembrano aver trovato la quadra nell’ultimo periodo ma dovranno superare quest’esame durissimo per dire di aver superato la crisi. La Lazio, infatti, ha il miglior attacco del campionato ed uno dei migliori d’Europa. Kalinic ha giocato una buona partita a Cagliari risultando decisivo nei due goal di Kessiè e meriterebbe di segnare a San Siro per riconquistare il suo pubblico. Immobile vuole esserci ma Inzaghi difficilmente lo farà partire dall’inizio: ecco perché potrebbe essere redditizio puntare su Nani low cost visti i due goal in una settimana.

Roma-Sampdoria: Chiuderà il turno la rivincita tra giallorossi e blucerchiati a caccia di tre punti per l’Europa. La questione a Dzeko, decisivo nel pari nel finale a Marassi, è da valutare fino alla fine. Se sarà ancora a disposizione Di Francesco ci punterà, ma voi per evitare problemi andate sull’ex Schick, entrato bene mercoledì e probabile titolare o a destra o al posto di Dzeko. Quagliarella, anche lui protagonista, rischia il posto per problemi fisici ed allora Duvan Zapata può essere il nome giusto sia per Giampaolo che per i suoi fantallenatori.

Commenti
Caricamento...