Bologna a lezione per il contrasto al match fixing

Va avanti l'iniziativa della Lega A

0

Il progetto promosso dalla Lega Serie A, Sportradar e l’Istituto per il Credito Sportivo denominato “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive” ha fatto tappa nei giorni scorsi a Bologna, con i rossoblu impegnati in prima linea al contrasto delle combine, autentica piaga che colpisce l’Italia (e non solo).

Il workshop si è tenuto nella sede dei rossoblu a Casteldebole ed hanno partecipato i ragazzi della Prima Squadra, ma anche quelli della Primavera e dell’Under 17. Non solo calciatori: l’incontro è stato utile per formare ed aggiornare anche staff tecnico e dirigenti, grazie all’ausilio dell’avvocato Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG.

È stato fatto presente ai presenti il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, evidenziando i rischi e le possibili conseguenze deleterie per le carriere dei ragazzi. Inoltre, sono stati forniti degli identikit dei cosiddetti fixers, ossia coloro che sono impegnati attivamente nella manipolazione dei match.

Claudio Fenucci, AD del Bologna, ha dichiarato:“È stata un’iniziativa importante per sensibilizzare tutti i giocatori e i dirigenti del nostro campionato su un tema etico rilevante come quello della lotta alle frodi sportive”. Speriamo che incontri del genere possano sortire gli esiti che tutti noi ci auguriamo.

Commenti
Caricamento...