Flop 11 – 24° Giornata Serie A.

I peggiori del turno di campionato appena concluso.

0

Dopo aver visto i migliori della settimana, voltiamo pagina e passiamo alle note dolenti di questa giornata di campionato. Ci sono molti calciatori della Spal e i soliti Fares e Venuti. Il modulo prescelto è il 5-4-1.

Meret (Spal) 1: È ritornato dopo l’infortunio che gli ha fatto saltare la prima parte di stagione e dalle prime partite sembrava avesse recupero bene. Contro il Milan ha tre dei quattro goal sulla coscienza, male nelle respinte in occasione della doppietta di Cutrone e distratto nel rinvio in occasione del terzo goal.

Lichtsteiner (Juventus) 4,5: L’elvetico della Juventus è troppo nervoso e falloso. Si fa saltare spesso da Chiesa, per sua fortuna i compagni ci mettono una pezza in più di un’occasione. Ammonito, Allegri decide di sostituirlo con il più accorto e pacato Barzagli, un marcatore puro.

Wallace (Lazio) 2 : L’ex Monaco regge discretamente nel primo tempo scricchiolando solo nel finale di frazione. Nella ripresa la prova è disastrosa. Costantemente fuori posizione, goffo negli interventi e impacciato nella marcatura. L’autorete certifica il pessimo secondo tempo.

Venuti (Benevento) 4: Il difensore del Benevento è un habitué di questa rubrica. Non si smentisce e anche questa settimana sfigura contro Under, che al suo cospetto sembra di un paio di categorie superiori. Deve migliorare molto prima di potersi riaffacciare in A. Purtroppo la situazione generale della squadra non aiuta.

Mbaye (Bologna) 4: È uno dei tanti ex della gara e forse sente un po’ troppo la partita. Nel secondo tempo si innervosisce e inizia a perdere la bussola, nonostante Perisic sia tutt’altro che irresistibile. Nel momento in cui i suoi potevano tentare l’assalto del 2-2 si fa espellere per un intervento killer su Rafinha.

Mattiello (Spal) 4: Il promesso sposo dell’Atalanta disputa la peggior partita stagionale, sbagliando tutto ciò che può e soffrendo per l’intera partita l’incontenibile Suso che lo ubriaca con le sue finte. Ammonito, rischia di lasciare i suoi in inferiorità numerica.

Schiattarella (Spal) 4,5: Nella prima parte di campionato è stato un buon mestierante che ha addirittura brillato in alcune partite. Contro il Milan è tornato nella mediocrità e ha sofferto il sontuoso Biglia visto al “Mazza”. Semplici spera sia una momentanea battuta d’arresto e non una resa.

Kurtic (Spal) 4,5: Doveva essere la ciliegina sulla torta del mercato spallino, invece il centrocampista sloveno sta sfoderando prestazioni deludenti rispetto alle attese. Paga la ruggine accumulata all’Atalanta dove ha giocato poco e male da novembre in poi.

Valoti (Hellas Verona) 5: L’unico che ha demeritato abbondantemente in casa Hellas Verona. Nel primo tempo giochicchia e riesce fermare gli inserimenti di Barreto, nei secondi quarantacinque minuti di gioco invece delude profondamente sbagliando molto. Condannato dal voto statistico 4,5.

Nalini (Crotone) 4,5: Uno dei casi controversi della giornata è quello del fantasista di Zenga. Che non convince appieno gli addetti ai lavori e ai voti. Il suo voto statistico è 5, ma a causa dell’ammonizione il fantavoto scende a 4,5 come per il compagno di club Budimir.

Fares (Hellas Verona) 4,5: Il duttile talento della squadra di Pecchia ha dalla sua l’età e la buona volontà per crescere. Intanto, ancora una volta, lo ritroviamo qui tra i calciatori più deludenti del weekend. Una sufficienza pare una chimera, se continua così.

I peggiori 11
Flop 11
Commenti
Caricamento...