Consigli Fantacalcio 29° Giornata Serie A: Attaccanti

Bomber su cui puntare e da evitare nel prossimo turno

0

Giornata n.29 alle porte, l’ultima prima della sosta delle nazionali. Non sapete su chi puntare? Ecco i nostri consigli sugli attaccanti che potrebbero distinguersi in questo turno che seguirà un andamento regolare con i due anticipi al sabato tra cui Spal-Juventus che torna a Ferrara dopo 50 anni, l’anticipo ad ora di pranzo con un incerto Samp-Inter, tante gare alle 15 e infine un doppio posticipo: Lazio-Bologna e Napoli-Genoa.

Udinese-Sassuolo: Ad aprire le danze la sfida della Dacia Arena tra due squadre che condividono lo stesso trend negativo: i friulani non vincono dal 29 gennaio, gli emiliani addirittura dal 23 dicembre contro l’Inter. L’infortunio di Lasagna sta pesando molto nel rendimento della squadra di Oddo che non ha un altro bomber in rosa, viste le recenti prestazioni di Perica e Maxi Lopez. Iachini, invece, deve fare a meno di Ragusa e Berardi entrambi squalificati. L’unico attaccante consigliabile in questa sfida è Babacar, mentre da evitare Politano, completamente fuori forma dopo il mancato approdo al Napoli.

Spal-Juventus: Una sfida a suo dire storica, come ha sottolineato anche Allegri in conferenza ed ecco perché la Juve deve stare attenta, rispetto alle “classiche” partite da Allianz Stadium. I ferraresi nelle ultime tre hanno racimolato 7 punti che hanno dato un forte scossone alla classifica per la lotta salvezza, mentre i bianconeri non hanno ancora subito un goal in campionato nel 2018. Ancora out Borriello, Paloschi e Floccari si giocano un posto e non il caso di puntare su di loro, mentre Antenucci è una certezza. Higuain sì, Dybala nì, Mandzukic no.

Sampdoria-Inter: Sfida importantissima per la zona Europa, che si chiami Europa League o Champions. I blucerchiati vorranno riscattare la brutta figura rimediata a Crotone, ma di contro troveranno un’Inter ringalluzzita dalla buona prestazione contro il Napoli, aldilà dello sfogo di Spalletti post-gara. Influenzato Caprari, Zapata può ritrovare la titolarità per continuare nel suo buon periodo, ma noi consigliamo Quagliarella una vera sentenza quando affronta i nerazzurri. Icardi cerca il suo centesimo goal ma è difficile segni a Marassi, allora meglio scommettere sul grande ex Eder.

Benevento-Cagliari: All’andata fu l’ennesima beffa subita dai sanniti puniti al 95′ dopo aver trovato il pari su rigore pochi istanti prima. Al Vigorito sarà una sfida cruciale probabilmente per entrambe con i giallorossi che non vincendo sarebbero quasi condannati e i rossoblù che in caso di insuccesso vedrebbero complicarsi la vita. Coda sembra avere il posto da titolare, ma noi consigliamo un uomo a sorpresa Lombardi, in grado di spaventare i sardi con la sua velocità. Scontato dire Pavoletti, a cui Lopez si affida per la salvezza, se volete rischiare ecco Han. Iemmello e Sau sembrano ormai seconde scelte.

Crotone-Roma: Gara difficile per i giallorossi perché reduci dall’impegno in Champions League e perché il Crotone nello scorso turno ha asfaltato la Sampdoria sempre allo Scida. Guai allora per gli uomini di Di Francesco, che sembrano aver risolto la crisi, mollare la presa proprio ora nella fase cruciale della stagione. Tra i ragazzi di Zenga impossibile non puntare sul redivivo Trotta capace nello scorso turno di fare due goal, aldilà di un errore dal dischetto. Per i capitolini puntare su Dzeko si può, ma con meno si può pensare ad El Shaarawy che dovrebbe tornare titolare per un problema fisico di Under.

Milan-Chievo: Riscattare la delusione dell’Emirates l’obiettivo del Milan di Gennaro Gattuso, che ha disputato una buona prova in terra inglese e ha ottenuto tre punti vitali domenica scorsa col Genoa al photofinish. Maran e i suoi, invece, vengono da un periodo lunghissimo di astinenza ai tre punti specialmente in trasferta. Ecco perché la gara non è scontata soprattutto se i rossoneri dovessero accusare stanchezza post Europa League. Difficile scegliere uno dei tre attaccanti rossoneri ma una chance la meriterebbe André Silva sbloccatosi a Marassi o il tuttofare Borini. Inglese forse sarebbe meglio non rischiarlo.

Torino-Fiorentina: Il Toro è chiamato al riscatto dopo 3 ko consecutivi, mentre la Fiorentina prepara la sua prima trasferta senza il suo capitano, con l’obiettivo di fare il meglio possibile in questo finale di campionato, anche se è difficile se non impossibile ripensare a Davide Astori. Niang potrebbe essere una soluzione interessante, anche se Belotti merita una chance. Simeone, a secco da un po’ di giornate e meglio lasciarlo fuori, così come il desaparecido Thereau. Meglio allora cercare di affidarsi a Falcinelli.

Hellas Verona-Atalanta: L’Hellas vincendo il derby ha davvero riaperto la corsa salvezza ed ecco che bisogna sfruttare l’onda lunga della stracittadina con un altro esame importante da superare al Bentegodi: arriva l’Atalanta che continua a giocare bene, e una volta uscita dalle altre competizioni tenterà il tutto per tutto in campionato per arrivare al settimo posto. Non ci sono bomber tra gli scaligeri, visto anche l’infortunio di Kean. Petkovic non convince, mentre Matos non segna ma regala prestazioni. Cornelius e Petagna continuano a deludere e il Papu Gomez, pur non segnando è l’inamovibile per Gasp: dategli fiducia.

Lazio-Bologna: Il successo di Kiev ha regalato i quarti di EL ai biancocelesti, che non vincevano una gara in competizioni ufficiali dallo scorso 25 febbraio, ma potrebbe aver stancato un po’ il gruppo di Inzaghi che non deve sottovalutare i ragazzi di Donadoni che mirano ad arrivare il prima possibile ai 40 punti. Impossibile lasciar fuori il capocannoniere del torneo Immobile, mentre Destro è un’incognita: se volete rischiare puntate su di lui, ma potrebbe regalare +3 o anche brutti voti. Per Palacio e Avenatti meglio aspettare la prossima, mentre occhio a Nani e Caicedo armi dalla panchina.

Napoli-Genoa: Un solo punto in due partite potrebbe aver demoralizzato la truppa di Sarri che non ha, però, nessuna voglia di gettare la spugna per lo scudetto. Al San Paolo arriva un Genoa non con l’acqua alla gola ma che necessità di punti per chiudere la pratica salvezza e riscattare la delusione generata dal goal di André Silva al 94′. Siamo certi che dopo l’errore di San Siro Insigne si riscatterà e allora puntate forte su di lui, così come il grande ex Pandev potrebbe rifilare uno scherzetto ai tifosi azzurri. Per il resto Mertens sì, Galabinov no.

Commenti
Caricamento...