Consigli Fantacalcio 32° Giornata Serie A: Attaccanti

Gli attaccanti che possono garantirvi un prezioso gol al fantacalcio

0

Una tre giorni europea incredibile si chiude con l’estasi della Roma e il rimpianto di Juve e Lazio che torneranno ancora più affamate in campionato. Eh sì, perché la 32esima giornata è alle porte ed è meglio non farsi trovare impreparati. Sarà un maxi turno spezzatino come lo scorso, con 4 anticipi al sabato e sei gare la domenica distribuite su 4 orari diversi. I match clou di questa giornata sono senza dubbio l’anticipo del sabato sera tra Atalanta ed Inter, poi il match di San Siro delle 15 tra Milan e Napoli e il derby capitolino a chiudere la domenica sera. Tanti i nomi possibili, ecco quindi i consigli di GCC per questa giornata al fantacalcio.

Cagliari-Udinese: Un incredibile scontro salvezza in Sardegna: i padroni di casa che rischiano grosso dopo le tre sconfitte consecutive contro una formazione che perde da 8 gare di fila e rischia lo psicodramma. La sfida vedrà Lopez contro Oddo, entrambi a rischio, ma anche il confronto tra i due bomber Pavoletti e Lasagna che cercheranno di smuovere quota 8 in classifica marcatori, con dei gol pesanti per la salvezza. Il nome a sorpresa può essere il colombiano Ceter, subentrato nelle ultime due partite dei sardi, mentre state alla larga da Maxi.

Chievo-Torino: Una classifica deludente da riscattare, complice anche la beffa finale del San Paolo, contro un ambizione ancora di Europa, dopo le ultime 4 gare vinte. Ecco presentata in sintesi la partita del Bentegodi, che può essere l’ultima per Maran in caso di fallimento. Inglese e Belotti sono i due nomi caldi, ma tra i due è più giusto puntare sul primo più abile in casa. Stepinski cerca di ripetere l’esultanza dopo il gol al Napoli, mentre Ljajic match winner con l’Inter partirà dalla panca, ecco perché è più saggio affidarsi alla voglia di riscatto di Iago.

Genoa-Crotone: Una partita rossoblù dal sapore di salvezza che rischia di risultare pesante specie per i calabresi che sono più immischiati nei bassi fondi. Il Grifone ha trovato un buon punto nel derby ma vorrebbe raggiungere quanto prima la quota 40 punti, mentre Zenga e i suoi dovranno sudare fino alla fine per restare in A. Lapadula che di solito trova il gol in casa contro le neopromosse merita una chance così come Simy che nello scorso turno ha regalato la vittoria col Bologna. Attenzione anche ad una sorpresa Galabinov.

Atalanta-Inter: Sfida europea all’Atleti Azzurri d’Italia tra una Dea che sogna il settimo posto e un’Inter che deve reagire alla sconfitta di Torino ed approfittare del derby romano per tornare in zona Champions. Tre punti che potrebbero dir molto sul finale di stagione delle due squadre, ma che sono difficili da centrare per entrambe. Si fa largo un ipotesi Cornelius dal primo minuto che, però, visti i precedenti può essere un azzardo. Icardi può tornare al goal ma costa decisamente troppo, allora ecco che i low cost Barrow e Karamoh possono essere un qualcosa in più che una semplice idea.

Fiorentina-Spal: Lunch match all’Artemio Franchi tra una squadra che vince da sei gare consecutive ed una Spal che nonostante gli ultimi buoni pareggi contro Juve e Atalanta galleggia ancora sul filo del rasoio. Centrare un colpaccio a Firenze sarebbe vitale per Semplici ma i Viola, attualmente settimi, sognano l’aggancio al Milan impegnato col Napoli. In gol da tre gare di fila e questa potrebbe essere la quarta: le motivazioni che spingono a puntare decisamente su Simeone e meno su Thereau che rientra. Antenucci il leader sì, Paloschi l’incerto no.

Bologna-Hellas Verona: I felsinei, dopo la brutta prova allo Scida, devono provare a chiudere la pratica quanto prima e che occasione migliore di uno scontro diretto. Certo, il Verona nell’ultimo turno ha battuto il Cagliari al Bentegodi, ma fuori casa sembra una squadra assai fragile. Palacio è certo di un posto là davanti, visto che Destro non dovrebbe partire titolare. L’argentino può regalarvi gioie a differenza degli attaccanti scaligeri, di cui non si sa chi sia titolare o chi possa fare goal. Cerci non ci convince.

Milan-Napoli: Il Milan per tornare alla gioia dopo tre turni che hanno minato le già poche speranze Champions, il Napoli per continuare a credere nell’impresa Scudetto. Non sarà una gara scontata come gli ultimi anni dove i partenopei hanno comandato a San Siro, perché Gattuso ha dato nuova verve alla squadra che non deve mollare in questo finale di stagione. Sembrano in risalita le quotazioni di André Silva, ma attenzione a Kalinic in gol col Sassuolo. Insigne cerca riscatto e il Milan è la sua vittima preferita. Occhio a lui e al rigenerato Milik.

Sassuolo-Benevento: Scontro salvezza che può essere decisivo in entrambi i sensi: i neroverdi devono trovare il successo per non essere risucchiati nelle sabbie mobili e così facendo condannerebbero il già spacciato Benevento, che però sembra in salute e vuole crederci fino a matematica retrocessione. Berardi, male col Milan, vorrà riscattare il rigore fallito all’andata. Politano è ok visto i recenti gol. Tanti gli attaccanti nel Benevento ma il più in forma è Diabaté, con 4 gol all’attivo nelle ultime due: un low cost da prendere al volo.

Juventus-Sampdoria: Sarà curioso vedere come reagirà la Juve all’eliminazione in UCL: con ancora più fame per centrare il settimo scudetto o qualche scoria potrebbe minare la settimana che porta allo scontro diretto col Napoli. In casa fa paura, ma la Samp è una delle poche ad aver violato lo Stadium e la vittoria dell’andata ancora pesa nella testa di Allegri. Dopo il tris al Benevento e l’assenza in Champions è impossibile non consigliare Dybala per questa partita, che potrebbe, però, essere decisa anche dal recuperato Mandzukic o dall’ex Quagliarella.

Lazio-Roma: Il derby capitolino è sempre una gara imprevedibile. Le due squadre ci arrivano con stati d’animo contrastanti, vista l’estasi giallorossa per il successo sul Barcellona e lo sconforto biancoceleste per l’eliminazione ad opera del Salisburgo, ma con l’obiettivo comune, ovvero vincere per la zona Champions. Sembra scontato il duello Immobile-Dzeko, entrambi in gol nella rassegna europea, ma il banco potrebbe saltare anche per opera di insospettabili: Nani è un uomo da grandi partite, mentre Schick, che ha fatto bene in UCL, cerca la sua prima gioia in A con la maglia giallorossa.

Commenti
Caricamento...