Consigli Fantacalcio 33° Giornata Serie A: Attaccanti

Un +3 è sempre gradito: ecco i nomi giusti per voi

0

Neanche il tempo di finire una giornata che già si ricomincia. Turno infrasettimanale valido per la 33esima giornata di Serie A, che si sviluppa su due giorni e l’anticipo del martedì vedrà impegnate Inter e Cagliari a San Siro. Tutto il resto del programma andrà in scena di mercoledì, con Benevento-Atalanta alle 18 e il resto delle gare alle 20:45. Spiccano tra le tante gare due particolarmente interessanti per la volata europea e due scontri salvezza. Torino-Milan e Fiorentina-Lazio diranno molto sul finale di stagione di queste squadre con ambizioni continentali, mentre Spal-Chievo e Verona-Sassuolo sanno di gare decisive per la permanenza in A, che dipende dalle due formazioni scaligere. Tutto chiaro? Ecco allora i consigli di GCC sugli attaccanti da schierare in questo turno infrasettimanale per non rimanere impreparati.

Inter-Cagliari: Due punti persi a Bergamo per i nerazzurri che hanno il bisogno di rifarsi subito in casa, dopo aver raccolto solo due pareggi nelle ultime tre gare. Di fronte si troveranno un Cagliari, finalmente tornato al successo, ma non ancora al riparo da brutte sorprese. Sarà sfida vera, perciò, al Meazza dove l’Inter non subisce gol dal 11 febbraio: ecco perchè puntare sugli attaccanti dei sardi può essere controproducente, anche se Pavoletti sembra non volersi fermare. Icardi vuole tornare a segnare e merita fiducia, anche se può essere la volta buona per Karamoh, il cui ingresso tardivo nel finale con l’Atalanta è stato criticato da molti tifosi nei confronti di Spalletti.

Benevento-Atalanta: Questa può essere l’ultima partita prima dell’aritmetica retrocessione dei sanniti, che nell’ultimo periodo, però, stanno dando filo da torcere a chiunque. Gasperini e i suoi dovranno sudare per i tre punti che darebbero ancora speranze europee, ma che mancano da ben 270 minuti. L’uomo del momento è Cheick Diabatè, a segno con tre doppiette di fila e sarebbe un sacrilegio non schierarlo. Tra gli orobici preoccupa la discontinuità del Papu Gomez, quindi anche per il fantacalcio meglio puntare sul più affidabile Petagna o sul talento ex primavera molto intrigante nelle recenti apparizioni: Musa Barrow a caccia del primo centro da professionista.

Crotone-Juventus: Un pezzo di salvezza e di scudetto passa dallo Scida: i calabresi hanno un’esigenza vitale dei punti ma di contro i bianconeri non possono fallire il colpo prima dello scontro diretto col Napoli. Zenga deve cercare di fare uno sgambetto ai suoi storici rivali, se vuole centrare l’impresa salvezza prima di un finale di stagione particolarmente tortuoso per gli squali. Tra i pitagorici è difficile dire un nome che possa impensierire la retroguardia bianconera, ma Trotta può dire la sua. Tante, invece, le possibili buone scelte tra gli uomini di Allegri. Se dovessimo scommettere su un nome, ci sentiamo di consigliare Higuain a digiuno da un mese.

Fiorentina-Lazio: Entrambe vengono da un pareggio a reti bianche che rappresenta una frenata alle relative ambizioni. Non c’è tempo, però, per i rimpianti e una sfida assai complicata le vedrà protagoniste; i viola, dopo l’x con la Spal, per continuare l’assalto al sesto posto, i biancocelesti per tenersi stretta la quarta piazza. Non si può che pensare ai due bomber Simeone e Immobile, che nell’ultimo turno sono rimasti a secco. Puntare su di loro può essere una garanzia, ma se avete voglia di osare su due low cost perché non credere nei loro sostituti pronti a subentrare a gara in corso? Se ci pensate, loro sono Falcinelli e Caicedo.

Napoli-Udinese: I partenopei non vogliono ancora gettare bandiera bianca per il sogno tricolore e per presentarsi all’Allianz Stadium, almeno con 6 punti di distacco, è necessario battere l’Udinese. Occhio, però, ai friulani che vengono da 9 sconfitte di fila ma che hanno dimostrato segnali di ripresa contro Lazio e Cagliari. Dovrebbe toccare a lui, l’eroe al contrario della partita di San Siro: Arek Milik, il cui “errore” ha esaltato Donnarumma, ma che è sembrato molto più in palla di Mertens, che diffidato potrebbe essere preservato per la Juve. Vista la possibile assenza di Lasagna conviene non puntare sui giocatori offensivi bianconeri.

Roma-Genoa: L’anno scorso fu l’ultima gara di Totti e fu un tripudio per i giallorossi. Oggi, invece, sarà una gara diversa viste anche le insidie da turno infrasettimanale. Guai allora per i giallorossi sottovalutare il Grifone, già salvo, dopo le fatiche derivanti dall’impegno col Barcellona e nel derby. Attenzione, quindi, ad un possibile turn-over ed una maglia da titolare che può tornare sulle spalle di El Shaarawy dopo le recenti panchine. Lui può essere l’uomo giusto oltre al ritrovato Edin Dzeko. All’Olimpico quest’anno ha già fatto male alla sua ex squadra e sogna di ripetersi come se fosse una stracittadina: Goran Pandev è l’occasione da cogliere al volo.

Sampdoria-Bologna: I blucerchiati reduci dalla sconfitta dello stadium vorranno rifarsi subito per non buttare via le residue chance di qualificazione europea. La Samp per farlo dovrà superare un Bologna, ormai salvo, che vorrà onorare al meglio le ultime gare di questa stagione. Zapata ha dimostrato anche contro la Juve di essere un attaccante affidabile. Questa può essere la gara del colombiano, così come per Palacio abile a sfruttare i contropiede. Lasciate perdere Caprari e Destro che rischiano di vedere poco il campo in questo turno.

Spal-Chievo: Sfida salvezza al Mazza: a Ferrara ci sono tre punti che scottano e sia Semplici che Maran vorranno appropriarsi del bottino pieno per distaccare il Crotone terzultimo. I due pareggi con Fiorentina e Torino hanno dato fiducia ai due allenatori, che sperano, però, di non perdere lo scontro diretto. Antenucci e Inglese sono i nomi più caldi ma bisogna concedere fiducia anche a due outsider: Floccari si è ben disimpegnato al Franchi e contro squadre così può far la differenza, Pellissier potrebbe siglare i gol decisivi per la salvezza.

Torino-Milan: I granata per continuare a crederci mentre i rossoneri per tornare alla vittoria dopo tre pareggi. All’Olimpico sono crollati i cugini nerazzurri proprio una settimana fa e il popolo di Torino sogna di fare un secondo sgambetto. Le attenzioni saranno su Belotti: capitano granata che in estate poteva passare a Milano. Presente contro futuro, che ha sempre ben figurato anche se ha sofferto la presenza di Donnarumma e Bonucci. Il gallo può essere rischioso, Cutrone può garantire almeno una buona prova e forse il ritorno al gol.

Hellas Verona-Sassuolo: Una squadra altalenante è all’ultima chiamata per la salvezza, un’altra, che pareggia da 4 turni, deve cercare i tre punti per allontanarsi dalle sabbie mobili. Cerci non garantisce il giusto apporto, ma Pecchia si affida a lui per la salvezza. Voi se non avete di meglio, potete affidarvi ad un attaccante del Verona. Una sicurezza è Politano, in goal da tre turni consecutivi. O lui o Babacar possono essere nomi giusti per le vostre rose.

 

 

Commenti
Caricamento...