Consigli Fantacalcio 34° Giornata Serie A: Attaccanti

Gli attaccanti che possono fare la differenza nel prossimo turno

0

Archiviato il turno infrasettimanale si apre una giornata che potrebbe essere decisiva. Non solo per lo scontro diretto in testa che andrà in scena all’Allianz Stadium tra Juventus e Napoli, ma ci saranno belle sfide che valgono sia per la lotta per entrare nelle coppe che nella bagarre per non retrocedere. Tre gli anticipi del sabato: apre la Roma alle 15 sul campo della Spal, per poi volare a giocarsi la gara col Liverpool martedì, Sassuolo-Fiorentina si gioca alle 18 e poi il Milan chiude in casa contro il Benevento. Ad ora di pranzo Cagliari-Bologna e quattro gare alle 15, due importanti per l’Europa League Atalanta-Torino e Lazio-Samp, una gara salvezza Udinese-Crotone e l’Inter che va a far visita al Chievo. La sera la sfida che tutti stanno attendendo che potrebbe spostare gli equilibri per il titolo. Chiude il turno il monday night tra Genoa ed Hellas. Tutto chiaro? Ecco i nomi che la redazione di GCC vi consiglia tra gli attaccanti per il fantacalcio.

Spal-Roma: Gli uomini di Semplici hanno pareggiato le ultime 6 partite, mentre quelli di Di Francesco vengono dalla vittoria “sofferta” col Genoa, preceduta dal pari nel derby. Gli spallini sono gli ultimi a salvarsi, ma non possono adagiarsi sul punto di vantaggio sul Crotone ed ecco che daranno filo da torcere alla Roma, che cerca punti per consolidare la terza piazza prima di andare a giocare la semifinale d’andata ad Anfield. Rischia Antenucci a beneficio di Floccari, ed allora può essere Paloschi l’arma giusta. Non fate però nessuna follia per l’ex Chievo, così come fate attenzione a Dzeko che potrebbe essere preservato. Può essere la gara di Schick.

Sassuolo-Fiorentina: I neroverdi per togliersi definitivamente dalla zona rossa, i viola per non mollare l’obiettivo europeo un po’ più lontano dopo un solo punto raccolto nelle ultime due. Iachini e i suoi stanno attraversando un buon periodo considerata la vittoria fondamentale con l’Hellas preceduta da 4 pari. Ci si aspetta una gara piena di goal dopo il pirotecnico 3-4 del Franchi tra Fiorentina e Lazio. Babacar affronta per la prima volta i suoi ex compagni e potrebbe vendicarsi con una rete. Berardi non è più lo stesso degli scorsi anni, quindi rinunciateci. Thereau dovrebbe essere ancora out, ma potrebbe essere la gara anche dell’altro ex: Falcinelli.

Milan-Benevento: Il Milan non sa più vincere: le ultime 5 partite, infatti, hanno visto gli uomini di Gattuso ottenere una sconfitta e 4 x consecutive. Non c’è occasione più ghiotta, visto che il diavolo affronterà il Benevento ad un passo dalla condanna aritmetica della Serie B. Vendicare anche l’andata segnata dal goal di Brignoli, che fu la prima di Gattuso sulla panchina rossonera, l’obiettivo della squadra meneghina. I sanniti certamente non si “scanseranno” ma cercheranno di onorare fino alla fine il campionato. Cutrone dovrebbe tornare dal primo minuto ed è lui il miglior attaccante per numeri in questa stagione. Sfida contro Diabatè la grande sorpresa delle ultime gare a cui, però, è davvero difficile concedere fiducia in questa gara.

Cagliari-Bologna: Nei sardi torna la formazione titolare dopo la gara persa con l’Inter. Oltre a Barella e Cigarini ritroverà spazio Pavoletti, in panchina a San Siro, ed è lui l’uomo a cui i rossoblù devono aggrapparsi, viste le delusioni di Sau, Ceter e Giannetti. Il Bologna è virtualmente salvo, ma non per questo meno battagliero, come dimostra la gara persa solo al suono della sirena contro la Samp. Destro, per un fastidio al ginocchio, dovrebbe partire dalla panchina e quindi non al meglio. Ecco perché è un opzione da scartare, rispetto a Palacio che sembra più un uomo da partite in trasferta. L’abilità dell’argentino nei contropiedi è da considerare.

Atalanta-Torino: Una sfida dal sapore europeo che potrebbe definitivamente estromettere i granata o addirittura rimetterli in corsa in caso di vittoria sui bergamaschi. La Dea, forte del successo al Vigorito, dovrà prestare attenzione alla formazione di Mazzarri che non perde da 5 partite. Dopo essere tornato al goal, il Papu Gomez è un uomo su cui puntare al fantacalcio in questo rush finale. In questo turno meglio non rischiare sullo scalpitante Barrow, che si è sbloccato in Serie A. Periodo di appannamento per Iago Falqué e Ljajic. Noi punteremmo sulla voglia di rivalsa del “Gallo” Belotti dopo il rigore fallito col Milan.

Chievo-Inter: I clivensi, reduci dal pareggio a reti bianche del “Mazza” di Ferrara, non sono ancora in salvo e quindi dovranno vendere cara la pelle per la permanenza in Serie A. La sfida con l’Inter sembra proibitiva ma i precedenti al Bentegodi lasciano intravedere 90 minuti di battaglia. La truppa di Spalletti deve dare continuità al successo col Cagliari per non ricadere nella solita alternanza: goleada-sterilità. Il Chievo che ha immagazzinato 8 punti nelle ultime 4 gare casalinghe si affiderà ad Inglese. È lui il più pericoloso ma attenzione all’ex Meggiorini. Icardi, a parte il poker di Marassi, non è mai stato bomber da trasferta, ed allora più intrigante pensare a Karamoh, anche se dovesse partire come riserva.

Lazio-Sampdoria: Si lotta per entrare in Champions e per restare aggrappati all’Europa League. Forse la partita più interessante del pomeriggio sarà all’Olimpico con due formazioni che propongono un gran bel calcio. Immobile a secco nelle ultime due, complice anche un problemino fisico, vorrà di sicuro siglare il suo 28esimo goal. Se sul biancoceleste ci sono pochi dubbi, qualche riflessione in più la merita il goleador blucerchiato, Quagliarella, fermo da un po’ a quota 18, visto l’ottimo stato di forma di Zapata.

Udinese-Crotone: La gara più importante per l’Udinese: dopo dieci sconfitte consecutive, arriva alla “Dacia Arena” il Crotone terzultimo e distante soli 5 punti. Vincere per i ragazzi di Oddo sarebbe l’unica medicina per allontanare i fantasmi della retrocessione, che si tramuterebbero in vero psicodramma in caso di colpo esterno degli squali. Anche se in condizioni non perfette ci sarà di certo Lasagna, visto il digiuno perenne di Perica e Maxi Lopez. Dopo il goal vittoria col Bologna e la gemma contro la Juve, Simy riuscirà a ripetersi? Vale la pena puntare su di lui vista l’importanza della posta in palio.

Juventus-Napoli: Il big match dello Stadium sarà forse decisivo per lo scudetto. 4 punti separano Juve e Napoli ed un successo dei padroni di casa porrebbe fine ai sogni di gloria partenopei, così come un pareggio visto il vantaggio negli scontri diretti. Gli azzurri per tenere viva la speranza devono centrare l’impresa in un impianto in cui hanno raccolto solo sconfitte, ma in trasferta sono imbattuti da 29 turni, proprio dallo Juve-Napoli della passata stagione. Sarà la gara di Higuain che non segna dal 14 marzo, ma è inutile sottolineare le sue motivazioni. Rischia di finire in panca Dybala dopo le due ultime delusioni. State attenti se puntate sull’argentino, così come se volete azzardare su Milik che dovrebbe trovare spazio solo sulla ripresa. Insigne sì, Mertens nì.

Genoa-Hellas Verona: Superare la soglia dei 40 punti: questo l’obiettivo del Grifone che vuole poi chiudere in bellezza la stagione. Centrare un preziosissimo successo in trasferta per tenere vive le speranze salvezza: questo, invece, il desiderio di Pecchia e i suoi ragazzi, che sono la peggior squadra esterna nelle ultime 5 trasferte insieme all’Udinese con zero punti all’attivo. Occorre invertire la tendenza per credere nel miracolo, ma dall’infortunio di Kean non si sono più visti goal degli attaccanti. Un Lapadula così in forma è difficile da tenere fuori, mentre lo stesso non si può dire di Cerci, anche se potrebbe ritrovare qualche stimolo per la gara da ex che lo aspetta.

Commenti
Caricamento...