Flop 11-36° Giornata Serie A.

I peggiori del weekend di campionato.

0

Dopo i migliori 11 di questa settimana ci occupiamo dell’undici più deludente, secondo i fantavoti disposti con il 4-3-3. Ecco a voi la Flop 11 della 36° giornata di Serie A.

Bizzarri (Udinese) 1: Una new entry nella Flop 11 di GCC, il cui ingresso è stato deciso dalla pessima giornata dell’Udinese, in confusione più totale da tre mesi e che ora rischia il baratro. Il portiere non è stato poi perfetto in questa giornata, subendo ben 4 reti, con un paio di uscite a vuoto e qualche colpa specie sui goal di Rafinha e Icardi.

Sparandeo (Benevento) 4,5: Esordio in Serie A ed anche nella nostra Flop 11. Di certo non una giornata indimenticabile per il classe ’99, che oltre qualche sbavatura accettabile, atterra Antenucci concedendo alla Spal il rigore per chiudere il match. Va capito per l’età ma il futuro è dalla sua parte.

De Maio (Bologna) 3: Dopo il goal al Milan di settimana scorsa va ancora in rete ma nella porta sbagliata. Fin lì non stava facendo male ma il suo sfortunato, quanto imprudente e goffo tocco spiana la strada alla rimonta della Juve.

Burdisso (Torino) 4: Imperdonabile il suo errore che spiana la strada al ritorno al goal di Mertens. Assai lento nella lettura del disimpegno per un giocatore della sua esperienza. Una giornata da scordare anche per il giallo rimediato; deve ringraziare i compagni per aver salvato almeno il risultato.

Samir (Udinese) 4,5: Della disattenta retroguardia bianconera il peggiore è Samir: il terzino sinistro non è perfetto nelle scelte, tanto che si nota la sua dormita nell’azione del secondo goal. Non certo una grande partita proprio contro la squadra che lo aveva cercato qualche tempo fa.

Balic (Udinese) 4,5: Se il centrocampo così come la difesa dell’Udinese non azzecca quasi nulla, le colpe sono anche del giovane croato. Nelle scorse giornate sembrava ridare speranza ai friulani ma ieri è sembrato un fantasma.

Fofana (Udinese) 3: La palma di peggiore va di peggiore di giornata va all’ivoriano. 23 anni compiuti proprio oggi, all’indomani di una prestazione inguardabile: dalla sua qualità ci si aspetta di più visti i tanti errori in appoggio nel primo tempo e la entrata sconsiderata con cui lascia i compagni in 10 chiudendo di fatto il match.

Calvano (Hellas) 5 (Voto Statistico 4,5): Gara dell’ex ma che dovrà dimenticare in fretta il giocatore proveniente dal vivaio rossonero. Le colpe non sono tutte sue, però, visti i continui attacchi del Milan vuol dire che il giocatore non ha fatto filtro come doveva.

Pandev (Genoa) 4: Rosso inevitabile il suo, come quello di Fofana. Il macedone, nonostante un buon ingresso in campo, rovina tutto entrando in maniera durissima sul diretto avversario e commette un’ingenuità clamorosa, perchè esce dal campo quando il Genoa stava vincendo 2-1, per poi farsi riprendere.

Matos (Hellas) 4,5: Polveri bagnate per l’ex Udinese che produce poco o nulla. Non è un attaccante puro ma non riesce ad impensierire mai la retroguardia del Milan, nè partendo come seconda punta dietro Petkovic, nè quando Pecchia lo sposta più avanti nella ripresa.

Fares (Hellas) 4,5: Lui è un attaccante esterno adattato a terzino. La sua stagione è veramente pessima, considerata la sua presenza costante nella nostra formazione dei peggiori. Soffre tantissimo su Suso nella prima parte di gara e poi va in difficoltà anche con le discese di Abate e gli inserimenti di Borini.

Flop 11
I peggiori dell’ultimo turno di Serie A
Commenti
Caricamento...