Player Review Serie A 2018-19: Alen Halilovic

Un giovane croato sposa la causa rossonera

0

Halilovic è la scommessa del Milan per la stagione 2018-19, dove a causa delle difficoltà a fare mercato per le note vicende societarie, sono arrivati finora tutti acquisti a parametro zero. Dopo i veterani Reina e Strinic, il duo Fassone-Mirabelli si è accaparrato gratuitamente le prestazioni del giovane enfant prodige della Dinamo Zagabria.

Alen è un classe ’96, che ha debuttato in campionato a 16 e 101 giorni con la maglia della Dinamo Zagabria contro l’Hajduk Spalato infrangendo il record del più giovane esordiente in Prva HNL appartenente a Kovacic. Nell’ottobre del 2012 debutta anche in Champions League contro il Psg. La sua prima stagione in prima squadra si conclude con 18 presenze, 2 reti e un assist. Nella seconda stagione gioca ancor di più entrando nel tabellino dei marcatori per 5 volte in 26 presenze di campionato.

Tra le coppe locali ed europee in 14 gare disputate appena 1 goal e 2 assist. Il passaggio al Barcellona per 5 milioni premia uno dei giovani balcanici più promettenti. L’esperienza con il Barcellona B è altalenante, ma riesce comunque a raccogliere 30 gettoni di presenza e 4 reti. Solo un passaggio vincente per i compagni di squadra. Il passaggio per la stagione 2015-16 in prestito allo Sporting Gijon lo fa maturare ulteriormente dal punto di vista tattico e tecnico.

Tra i migliori della squadra che ottiene un’insperata salvezza, anche grazie alle 3 reti e ai 5 assist di Alen che gioca ben 36 gare di cui 24 dal primo minuto. Il Barcellona non crede in lui e lo cede per appena 5 milioni di euro agli anseatici dell’Amburgo. Sei mesi evanescenti in Bundesliga lo spingono a cambiare aria. Passa in prestito oneroso al Las Palmas. L’aria canaria gli fa bene e disputa sei mesi di buon livello con 18 partite e 2 assist. La stagione della possibile consacrazione, quella 2017-18, lo vede piombare nuovamente nel limbo della mediocrità.

Il Las Palmas delude e retrocede. Con la società, anche Alen stenta nelle 20 partite con appena 2 goal e un assist. Troppo poco per ottenere la salvezza. Quanto basta per spingere il Milan a scommettere su un giovane da rilanciare. Nazionale croato. Titolare e capitano dell’Under 21 del suo paese. Ha fatto tutta la trafila delle Nazionali giovanili.

Mancino, preferisce giocare esterno destro d’attacco o trequartista. Può essere impiegato anche sulla corsia mancina e regista, dove però potrebbe pagare il fisico minuto. Appena 169 cm x 60 kg. Potrebbe pagare nei contrasti aerei e la scarsa predisposizione a difendere. I suoi limiti fisici lo spingono spesso a commettere falli per recuperare la sfera. Il suo punto forte sono i passaggi lunghi, i tiri dalla distanza e i dribbling.

In ottica fantacalcio vale la pena scommettere su di lui solo in presenza di Suso nella propria rosa. È molto rischioso far affidamento su una giovane promessa troppo spesso discontinua e sotto le attese. Per ora il neonumero 77 Halilovic rimane in sordina. . .

64%
Talento da rilanciare

Alen Halilovic

Classe 96, 169 cm x 60 kg. Ex Las Palmas

  • Affidabilità fisica
  • Propensione al goal
  • Propensione all'assist
  • Condotta
  • Prestazione priva di bonus/malus
Commenti
Caricamento...