Flop 11-1° Giornata Serie A 2018-19

I peggiori del primo turno

0

Dopo aver visto i migliori della settimana, adesso concentriamoci sulle note dolenti, i calciatori che hanno deluso i fantallenatori in questo primo weekend di campionato. I calciatori selezionati in base ai fantavoti di Fantagazzetta sono schierati con un 5-3-2.

Sportiello (Frosinone) 1,5: A dir la verità evita un passivo ben più pesante grazie alle sue parate, ma purtroppo subite quattro gol che iniziano già a rendere ben poco appetibile la sua media fantavoto per questa stagione. Quest’anno i clean sheets rischiano di essere un miraggio.

Pisacane (Cagliari) 4: Delude ancora il difensore campano chiamato a sostituire Ceppitelli infortunatosi in avvio di gara. Non riesce quasi mai a contenere i tagli e le accelerazioni di Caputo, pagando spesso lo scarso utilizzo dal primo minuto nel precampionato.

Salamon (Frosinone) 4,5: Prova disastrosa del centrale difensivo polacco che brancola nel buio e non riesce mai ad arginare gli inarrestabili movimenti dell’attacco dell’Atalanta. Paga la scarsa velocità contro la grande mobilità dell’attacco orobico.

Bani (Chievo Verona) 3: Mettiamo in conto che affrontare la Juventus alla prima giornata di campionato non è propriamente il compito più agevole. Purtroppo, l’ex difensore della Pro Vercelli si concede delle licenze in marcatura, ma soprattutto sigla il goffo autogol che vale il 2-2 bianconero.

Miranda (Inter) 4,5: Meriterebbe questa maglia anche il neofrusinate Goldaniga che ha preso gli stessi voti sia con Fantagazzetta classic che con quelli Italia e quelli statistici. Paga il brasiliano perché il suo fallo da rigore decide la sfida con il Sassuolo.

Gobbi (Parma) 4,5: L’esperto laterale mancino della formazione ducale di D’Aversa ha sofferto la velocità e le accelerazioni della squadra di Velazquez. Il venezuelano Machin semina spesso e volentieri il panico sulla fascia e lui è costretto a fermarlo con le cattive.

Dzemaili (Bologna) 4,5: Se comincia così anche lui, l’uomo di maggior talento insieme a Palacio, son dolori per Pippo Inzaghi. Il centrocampista elvetico non riesce quasi mai ad entrare in partita sembrando a tratti svogliato e inutilmente lezioso.

Nagy (Bologna) 3: Entra nel secondo tempo della gara persa dal Bologna contro la Spal. Una mezz’ora negativa, così come lo è l’epilogo della squadra felsinea. Doppio cartellino giallo nei minuti in cui è in campo e doccia anticipata per il centrocampista ungherese.

Hallfredsson (Frosinone) 4,5: Caos totale. Poco filtro, tanta imprecisione. Un mix letale che restituisce alla perfezione lo scarso equilibrio e le sbiadite geometrie disegnate dall’islandese all’ “Atleti Azzurri d’Italia”. Un veterano come lui non può perdere la bussola.

Perica (Frosinone) 4,5: Il croato arrivato dall’Udinese avrà il durissimo compito di segnare gol salvezza. Per il momento sta mostrando tutte le sue doti che hanno spinto i tecnici del club friulano a concedergli poco spazio nelle passate stagioni.  Male.

Lasagna (Udinese) 4,5: Kevin non è ancora in condizione e contro il Parma non riesce ad essere pungente. Poco spietato sotto porta. Va leggermente meglio quando parte esterno per sfruttare le sue doti in progressione, ma al “Tardini” manca di precisione.

I peggiori di giornata
Flop 11
Commenti
Caricamento...