Cos’è il Matched Betting?

Alla scoperta del fenomeno del momento

0

Avete mai sentito parlare del Matched Betting? Se siete appassionati di scommesse e vi aggiornate regolarmente su questo tema probabilmente sì. Si tratta di un fenomeno che è già diventato popolare in diversi paesi del mondo, in particolare in Regno Unito. Anche in Italia si è cominciato a sviluppare da qualche anno e come ogni nuovo fenomeno che emerge, una buona dose di falsi miti accompagna l’emergere del nuovo oggetto.

In questo post voglio parlarvi di questo fenomeno, effettuando una prima ricognizione di base del tutto, per rispondere ad alcune delle principali domande che mi vengono poste quotidianamente. Tra queste troviamo: cos’è il matched betting? Funziona? Se sì, in che modo?

Cercherò di utilizzare un linguaggio piuttosto di base, per consentire veramente a tutti di comprendere le fondamenta di questa nuova tecnica che sta aumentando di giorno in giorno il numero di entusiasti, capaci di generare delle entrate costanti su base mensile.

Cos’è il Matched Betting?

Il Matched Betting è un fenomeno piuttosto semplice, che ci consente di guadagnare dalle offerte proposte dai vari bookies. In passato, per scommettere era necessario muoversi dalla propria casa, recarsi fisicamente in un negozio fisico e piazzare la giocata direttamente lì. Con questa modalità, era pressoché impossibile effettuare comparazioni per cercare quote migliori. Inoltre, i negozi fisici non avevano la possibilità di fidelizzare la clientela, poiché per piazzare scommesse non era necessaria alcun tipo di iscrizione.

Internet ha cambiato tutto in qualsiasi settore, compreso quello del betting. Gran parte delle giocate si sono trasferite online, con tutti i vantaggi che ne possono conseguire: dalla possibilità di sfruttare i bonus di benvenuto a quella di accedere alle varie offerte settimanali o addirittura del giorno. In più. creare conti online è semplice ed immediato, per cui molti utenti hanno cominciato ad iscriversi a molteplici bookies al fine di sfruttare le quote migliori e le offerte più interessanti.

Da qui sono nati vari fenomeni come quello dell’arbitraggio sportivo e delle sure bet, ma questa è un’altra storia che non approfondirò qui. Ciò che mi preme sottolineare, però, riguarda l’aspetto della concorrenza e della competizione tra i bookies. L’enorme scelta a disposizione di noi utenti ha di fatto reso l’arena del betting sempre più competitiva, con le varie case da gioco pronte a lanciare delle promozioni sempre più invitanti.

Proprio in questa ricchezza di offerte che ha trovato terreno fertile per nascere il fenomeno del Matched Betting. Sfruttando, in parallelo, l’avvento delle piattaforme di Exchange si sono avute le condizioni minime necessarie per consentire agli utenti di puntare su un bookie e bancare la stessa giocata su una piattaforma di trading sportivo.

Come funziona il Matched Betting?

Il Matched Betting può essere traducibile in italiano come “Scommesse abbinate“. Il funzionamento punta tutto sull’annullamento del rischio, coprendo i tutti i possibili esiti di un dato mercato. Facciamo l’esempio con un bookie qualunque che chiameremo “Bookie A” e una partita a caso come Juve-Inter. Questa casa da gioco propone 20€ in free bet con soli 5€ di deposito.

Le piattaforme specializzate in Matched Betting intravedono l’opportunità e la segnalano all’utente: puntando 5€ sulla vittoria della Juve e bancando lo stesso risultato (quindi giocando contro l’effettivo verificarsi di quell’esito) su una comune piattaforma di betting exchange come Betfair, sarà possibile godersi le 20€ in free bet non rischiando il nostro capitale.

L’obiettivo è dunque non perdere con le iniziali due operazioni, per poi goderci le 20€ ottenute gratis puntando su ciò che desideriamo e che ci attira maggiormente. È evidente, da questo esempio fornito, che ciò che consente di continuare a cumulare profitti è l’iscrizione a molteplici bookies. Infatti, tendenzialmente chi opera con questo genere di sistemi tende ad operare con un numero piuttosto vasto di case da gioco e i guadagni dipendono in gran parte da quanto siamo disposti ad investire: sia in termini di soldi che in termini di tempo.

Un amico che vive in UK, qualche mese mi ha telefonato, accennandomi a questa nuova tecnica che sta utilizzando. Mi ha confidato che attualmente opera con 7 bookies e che sta pianificando lo sbarco su altre piattaforme, proprio al fine di ottimizzare il tutto.

Attualmente in Regno Unito i bookies più utilizzati per questo genere di operazioni sono (oltre alle piattaforme di Exchange come Betfair e Smarkets):

  • Ladbrokes
  • Bet365
  • Paddy Power
  • Betway
  • Bet Victor
  • Betway
  • Coral
  • William Hill
  • Bethard
  • Unibet
  • Betfred
  • Sky Bet
  • Betsid

In Italia chiaramente il mercato bettistico è meno maturo e meno attraente rispetto a quello britannico, ma anche qui non mancano le occasioni gustose da sfruttare per massimizzare i profitti.

Il Matched Betting funziona?

L’interesse verso questo fenomeno è cresciuto in maniera piuttosto cospicua.

Qui in alto potete vedere l’andamento dell’interesse nel tempo per il Matched Betting in Italia. Come risulta ben evidente, l’attenzione è cresciuta in maniera notevole, soprattutto a partire dal 2016, quando le piattaforme di Exchange in Italia come Betfair e Betflag sono cresciute, si sono stabilizzate e hanno cominciato a generare enorme interesse in Italia.

Inoltre, sono cresciuti anche i siti “intermediari”, che offrono segnalazioni delle migliori opportunità per i bookies disponibili in Italia. Se l’interesse è cresciuto è perché si tratta di un metodo sostanzialmente buono, che toglie dall’equazione le doti predittive dei singoli utenti, che inevitabilmente si sarebbero scontrate con lavagne dei bookies piuttosto alte e difficoltà nel conseguire risultati positivi sul lungo termine.

In altri paesi come il Regno Unito il fenomeno è già piuttosto attivo dal 2006. Sembra troppo vero per essere vero, ma in realtà si tratta come detto in precedenza di un semplice abbinamento di scommesse. Ci sono dei rischi o possibilità che le cose vadano storte? Sì. Ma questa è un’altra storia, da approfondire in un prossimo post.

 

Se ritenete l’articolo utile condividetelo con altri appassionati e fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate sul fenomeno del Matched Betting in Italia. Confrontiamoci!

Commenti
Caricamento...