Cos’è Bet.me?

0

Bet.me è una piattaforma di betting exchange nata con lo scopo di proporre più tool per gli utenti e una struttura di commissioni favorevole per gli utenti capaci di generare profitti tramite lo scambio scommesse.

Parto subito col dire che al momento la piattaforma non è attiva, per cui siamo in attesa di capire quale sarà la data di lancio. Ma è importante iniziare a capire quali sono alcune delle principali funzionalità che sarà possibile trovare.

Si tratta di un operatore, ovviamente, legale, che ha ottenuto una regolare licenza dalla UK Gambling Commission e una per operare in Irlanda. Nella fase iniziale verranno accettati soltanto i residenti in questi due Paesi, mentre successivamente la società auspica l’estensione ad altre nazioni.

Il punto forte del sito sembra essere nell’User Experience, rivoluzionata grazie ad apposite soluzioni drag and drop che consentono all’utente di selezionare soltanto gli elementi desiderati e sistemarli nell’ordine voluto. Bet.me è sviluppato interamente in house. Ciò significa che non si affida a tecnologie ideate da altre società e ciò consente di avere pieno controllo su ogni elemento del proprio sito.

La presenza di grafici interattivi aggiornati in tempo reale consentirà agli utenti di prendere decisioni più informate, migliorando la qualità delle proprie giocate. La società promette di non restringere o limitare in alcun modo le puntate dei propri clienti, fenomeno che purtroppo avviene sempre più frequentemente presso i bookies classici, con la creazione di appositi cluster volti a sintetizzare la “pericolosità” dei singoli utenti in termini bettistici.

Bet.me, liquidità, metodi di pagamento, commissioni e API

Le piattaforme di scambio scommesse sono molto complesse e ci sono tantissimi elementi che possono determinare la sopravvivenza (o meno) di un progetto.

Il primo punto meritevole d’attenzione riguarda sicuramente la liquidità. La società si dice assolutamente consapevole dell’importanza cruciale di questo aspetto e di voler esplorare qualsiasi strada per avere un livello accettabile sin dall’inizio.

Tuttavia, la società è anche consapevole che i miglioramenti avverranno col tempo, per cui per i giudizi bisognerà attenderà un primo periodo di rodaggio. Questo processo abbiamo potuto ben vederlo in Italia, con piattaforme come Betfair.it e Betflag.it che sono lentamente migliorate fino ad offrire un livello tutto sommato accettabile dei servizi offerti, almeno per la massa di utenti che non ha necessità particolari in termini di trading.

Sul fronte API la società ha annunciato la volontà di offrire l’accesso alle Application Programming Interfaces in un futuro non troppo lontano e se avete voglia di sviluppare apposite soluzioni è possibile contattare già adesso la società.

La commissione sarà pari al 2% delle vincite nette su un mercato, piuttosto conveniente rispetto a tanti altri concorrenti del settore. I pagamenti (sia depositi che pagamenti) verranno effettuati tramite Skrill e Neteller, ma chiaramente l’intenzione resta quella di fornire agli utenti maggiori possibilità per avere più libertà su questo fronte.

Tra i vari sport previsti ci sarà spazio anche per l’ippica, come è possibile notare dalle immagini presenti sul sito ufficiale della società, mentre per le scommesse in live l’obiettivo è ridurre al minimo il delay.

La società sta avviando una campagna assunzioni piuttosto cospicua, per cui nelle prossime settimane nuove persone si uniranno al team con l’obiettivo di migliorare ulteriormente i servizi offerti e lanciare la piattaforma nel corso del 2019.

Commenti
Caricamento...