Player Review Serie A 2018-19: Lucas Paquetà

0

Lo chiamavano Paquetà, ma il suo vero nome all’anagrafe è Lucas Tolentino Coelho de Lima. In questo caso il nome Paquetà trae origine dall’isola in cui è nato il classe ’97, nuovo acquisto del Milan per il mercato di gennaio direttamente dai brasiliani del Flamengo.

Il club meneghino per prelevarlo ha speso 35 milioni così divisi: 5 milioni sono già stati versati al momento dell’accordo di un paio di mesi fa, 15 milioni verranno versati in questo mese di gennaio come prima rata, 10 nell’estate 2019 e 5 a gennaio 2020.

Che giocatore è Lucas Paquetà? Non è un trequartista dal cambio passo come Kakà che a Milano ha lasciato ricordi indelebili, ma è molto lucido nella giocata e al tempo stesso consapevole dei propri mezzi tecnici che sovente lo portano ad esagerare palla al piede.

Il suo ruolo è di difficile definizione. Nell’ultimo anno ha giocato perlopiù da centrocampista centrale e da trequartista, ma è in grado di agire anche da esterno di centrocampo sia a destra che a sinistra.

Il suo esordio tra i grandi risale al 2017. Una stagione con 17 presenze, 1 gol e un assist nel Brasilerao, mentre in Copa Sudamericana ha fornito 2 assist in 9 apparizioni. Nella stagione appena conclusa arriva la consacrazione con 10 reti e 2 passaggi vincenti in 32 presenze. In Copa Libertadores 2 assist in 7 presenze. Nel frattempo c’è stato anche l’esordio con la Nazionale maggiore brasiliana, dove vanta 2 caps.

Best skills di Paquetà

Il suo stile di gioco è caratterizzato dalla giocata ad effetto e dai dribbling che potrebbero condizionare il suo rendimento nei primi mesi di campionato italiano. Il suo essere funambolo, “O Mago” il soprannome, dovrebbe essere limitato nei mesi di adattamento italiano, anche perché come mezzala nel 4-3-3 o come interno nel 4-4-2 non c’è sempre possibilità di giochicchiare palla al piede.

Le sue caratteristiche di gioco che possono essere sfruttate fin da subito sono l’abilità nel palleggio (83.5% di pulizia nei passaggi) e nel servire i compagni nello spazio. Nonostante, non sia di corporatura massiccia (180 cm x 72 kg) è molto efficace nei duelli aerei e nei contrasti (2.5 a partita).

Mancino naturale, come attestano i calci di punizione una delle specialità della casa. Il destro è discreto e viene adoperato soprattutto per le giocate e le finte di corpo.

Una qualità che potrebbe essere affinata è quella di svolgere un importante lavoro di ordine e interdizione in mezzo al campo, che spesso lo costringe al fallo (2 a gara in media) e ai cartellini gialli (ben 7 più una doppia ammonizione nell’ultimo anno).

In ottica fantacalcio, vi segnaliamo che Fantagazzetta lo listerà come centrocampista/trequartista. Il suo rendimento e il suo impiego nei primi tempi potrebbero essere di difficile definizione in quanto l’ex Mengao ha una folta concorrenza in mediana senza possibilità di turnover europeo.

Una scommessa da 7/8 slot in una lega ad otto potrebbe pure starci purché non vi aspettiate che il brasiliano faccia la differenza da subito.

64%
Centrocampista polivalente

Lucas Paquetà

Centrocampista, 180 cm x 72 kg, classe 97, ex Flamengo

  • Affidabilità fisica
  • Propensione al gol
  • Propensione all'assist
  • Condotta
  • Prestazione priva di bonus/malus
Commenti
Caricamento...