Guida Fantacalcio Serie A 2018-19: acquisti e svincoli

I nomi per migliorare la vostra fantarosa

0

Cari amici fantallenatori, con questo post intendo fugare alcuni dubbi e incertezze aggiornandovi periodicamente sui nomi più caldi in vista dell’asta di gennaio/febbraio, sovente decisiva per le sorti della stagione.

Per facilità, ho ritenuto opportuno suddividere per ruoli i calciatori oggetto della nostra attenzione.

  • Portieri
  • Difensori
  • Centrocampisti
  • Attaccanti

Portieri

Provedel (Empoli): Il portiere di Iachini non ha un buon rendimento e incassa parecchi gol. In un fantacalcio numeroso può rappresentare un discreto terzo portiere. Occhio però alle sirene del mercato che che vogliano l’Empoli a caccia un portiere con maggior esperienza.

Gomis – Viviano (Spal): Sarà uno dei dilemmi che ci accompagnerà fino alla ripresa del campionato. Gomis, titolare fin qui, non ha deluso le aspettative, mentre l’ex Sampdoria è ritornato dall’incolore esperienza allo Sporting Lisbona per fare il titolare, nonostante le smentite di rito al momento della presentazione.

Meret – Ospina (Napoli): Il giovanissimo portiere italiano era infortunato e quindi in un primo momento gli è stato preferito il più esperto colombiano. Tuttavia, l’ex Spal e Udinese è soggetto ad infortuni che potrebbero concedere nuove chance di titolarità in campionato all’estremo difensore colombiano prelevato dall’Arsenal.

Radu Jandrei (Genoa): Il portiere romeno sarà il titolare fin a giugno, salvo clamorosi errori o infortuni. 15 partite con 25 reti incassate e un penalty neutralizzato. Se avete il romeno con Marchetti, potete svincolare l’italiano per prendere Jandrei in tal modo vi cautelerete in caso di avvicendamento tra i pali del Grifone.

Difensori

Aina – Ansaldi – De Silvestri (Torino): Due maglie per tre calciatori. Tutti e tre, è bene ribadirlo, sono cardini del progetto tattico di Mazzarri perché sono tornanti di spinta e di inserimento. Finora Aina ha palesato buona duttilità e sopperito all’assenza di Ansaldi, a lungo infortunato. Il consiglio, se avete uno tra Ansaldi e De Silvestri, è acquistare Aina per cautelarvi in caso di forfait.

Castagne (Atalanta): Le sirene di mercato sembrano essere state momentaneamente allontanate. Sembrava vicino allo Swansea, ma l’affare non è andato in porto. Nelle ultime giornate, non riuscendo a scalzare Hateboer sull’out destro, è stato schierato con pari efficacia al posto di Gosens sul versante mancino. Buon alternativa, ma non è sicuro del posto.

Djidji (Torino): Lentamente, a suon di ottime prestazioni, si è guadagnato la fiducia di Mazzarri. Si è conquistato la titolarità a scapito dell’esperto Moretti e nel proseguo può continuare a fare bene. La sua media è pienamente sufficiente. Può essere un colpo, se ancora svincolato, per il mercato di gennaio.

Luiz Felipe – Wallace (Lazio): A lungo hanno lottato per una maglia da titolare finora. La situazione difficilmente cambierà con gli impegni dei biancocelesti e con le condizione precarie del primo (molto stimato da S. Inzaghi), sovente acciaccato. In termine di fantamedia voto, meglio Felipe (6.25) rispetto all’ex Monaco (5.54)

Hateboer (Atalanta): Non partirà a gennaio, anzi quest’anno è diventato imprescindibile per il 3-4-2-1 di Gasperini. 3 reti, due assist in 17 presenze con una fantamedia di 6.71. Sarà un prezzo pregiato del mercato estivo. In alcuni casi potrebbe rifiatare per lasciare posto a Castagne. Da non scambiare!

Juan Jesus (Roma): Il duttile difensore di Di Francesco può essere un prezioso rincalzo nel caso in cui abbiate in rosa Fazio e Manolas. I tanti impegni della Roma e le precarie condizioni fisiche dei titolari potrebbero dargli più chance dal primo minuto. Fin qui 7 partite da titolare condite da una rete.

Magnani (Sassuolo): Molti fantallenatori con il mercato bloccato fino all’asta troveranno il giovane centrale sassolese tra i nomi più interessanti da acquistare per completare il pacchetto arretrato. Ha la fiducia del tecnico De Zerbi e, malgrado le ultime prestazioni infelici dei neroverdi, la sua media è sufficiente (6.05).

Gi. Pezzella (Genoa): Il suo approdo in maglia genoana non gli assicura la titolarità. Finora all’Udinese aveva disputato partite senza infamia e senza lode. Duellerà con Lazovic, che sull’out mancino pare aver ritrovato la miglior posizione da quando è in Italia. Non è consigliato.

Zeegelar (Udinese): Come già anticipato, acquisto non di primissimo pelo, ma comunque un calciatore esperto che potrà dare ulteriori soluzioni a Nicola. Non parte titolare perché al momento ci sono già Larsen e D’Alessandro che stanno ben figurando a fasi alterne.

Centrocampisti

Barak (Udinese): La scorsa stagione il suo acquisto fu il fiore all’occhiello per tanti fantallenatori. 7 gol e 4 assist alla prima stagione in Serie A. Quest’anno la folta concorrenza in mediana e alcuni infortuni muscolari l’hanno messo a lungo k.o. Ora è ritornato, ma non è titolare. Da tenere solo se vi potete permettere di scommettere e non cercate calciatori certi dell’impiego. Da registrare anche l’interesse del Parma nelle ultime ore…

Barella (Cagliari): Le sirene di mercato rischiano di rendere meno appetibile il talento del Cagliari in ottica fantacalcio. Prima il Chelsea, che ha sferrato l’assalto. Poi il Napoli, che acquistandolo adesso gli darebbe meno possibilità di utilizzo in pianta stabile. Al momento le sue possibilità di rimanere sono al 60%.

Bentancur – Can (Juventus): Approfittando degli infortuni e del turnover il giovane uruguagio si è ritagliato un buono spazio. Il suo acquisto è gettonato se avete uno dei centrocampisti bianconeri come Khedira o Pjanic che necessitano di un periodo di pausa. Diverso il discorso dell’ex Liverpool. Fuori per infortunio, sta recuperando la condizione, ma ha meno possibilità di raccogliere bonus e non parte titolare.

Bessa – Hiljemark (Genoa): Malgrado siano calciatori con caratteristiche differenti e con posizione differente in campo, potrebbero rischiare in caso di stravolgimenti in mediana da parte del Genoa. Si parla con insistenza di Sturaro e Krunic, senza dimenticare che l’ex Hellas viene insidiato anche da Pandev nella veste di trequartista.

Biglia (Milan): L’infortunio al polpaccio è stato smaltito quasi del tutto. Entro marzo dovrebbe rientrare pienamente a disposizione. In ottica fantacalcio non è scontato il suo utilizzo e non è suggerito un suo acquisto a spese folli perché non ha voti eccellenti ed è soggetto a malus.

Birsa (Cagliari): Può essere uno dei colpi importanti per quest’asta di gennaio/febbraio. Il suo approdo al Cagliari può dargli nuova linfa e nuove possibilità andare a bonus in una squadra che produce e segna più rispetto al Chievo. Non cedetelo se lo avete in rosa e non temete la concorrenza perché giocherà.

Bonaventura (Milan) – Castro (Cagliari): La loro stagione è finita anzitempo, quindi potete svincolare perché non ci sono possibilità di rivederli in campo prima di maggio.

Bourabia – Sensi (Sassuolo): A livello di rendimento meglio l’italiano con il suo fantavoto più che sufficiente (6.18) contro il (5.88) del marocchino. In termini di presenze Bourabia ne vanta due in più (16 a 14) a Sensi che spesso è stato inutilizzato malgrado le buone condizioni fisiche.

Cuadrado (Juventus): L’operazione al ginocchio lo terrà lontano dai campi almeno fino a marzo. Il mio consiglio è svincolarlo se necessitate di titolari. Se, invece, nella vostra rosa sono presenti alcuni bianconeri come Douglas Costa o Bernardeschi che si alternano spesso con il colombiano potreste tenerlo in squadra in attesa del rientro.

De Rossi (Roma): L’ex Capitan futuro rischia di rimanere ancora a lungo fuori dal rettangolo di gioco. L’infortunio al ginocchio è abbastanza serio e, in caso di operazione, potrebbe compromettere il finale di stagione. Meglio svincolarlo e non rischiare di avere un calciatore indisponibile per gran parte della stagione.

Dzemaili (Bologna): Doveva essere l’elemento in grado di fare la differenza in un Bologna privo di qualità. Non ha mai garantito ciò che ha nelle sue corde ed è finito spesso in panchina. Non è un caso che il suo nome sia tra i peggiori dopo 19 giornate di campionato. Da cedere perché a gennaio patirà anche la concorrenza di Soriano.

Gerson (Fiorentina): Le parole dell’agente rischiano di compromettere il rapporto con la società gigliata. Potrebbe rientrare alla Roma nel caso in cui le condizioni di De Rossi non dovessero migliorare con la terapia conservativa. Più remota l’ipotesi Flamengo. Se rimane alla Fiorentina è utile avere uno tra Benassi ed Edmilson.

Giaccherini (Chievo Verona): Il fantasista di Di Carlo è uno di quelli che può trascinare i clivensi all’agognata salvezza. Fin qui due reti, di una su rigore, un assist e un autogol. Non privatevene a gennaio perché può essere una delle note liete della seconda parte di campionato.

Jankto (Sampdoria): Grande Flop di questo avvio in casa blucerchiata. Colpo di mercato anche abbastanza oneroso, si è limitato a recitare il ruolo di comparsa a causa della folta concorrenza in mediana. Si può inserire in scambi equi con fantallenatori che hanno in rosa Linetty o Praet per guadagnarci magari un titolare di medio-basso profilo.

Joao Mario – Nainggolan (Inter): Era impensabile che i due fossero confrontati ad inizio stagione. Eppure, con il passare dei mesi il portoghese è stato rispolverato da Spalletti con ottimo esito, mentre il belga prelevato dalla Roma, nonostante un buon rendimento (MV: 6.67), non ha ancora trovato il giusto feeling con la nuova realtà nerazzurra. Se avete Nainggolan vi suggerisco l’acquisto di Joao Mario (MV: 6.67).

Krunic (Empoli): Il bosniaco è stata una piacevole conferma dopo l’ottimo campionato di B. 3 gol, 3 assist, 5 ammonizioni e un’espulsione sono il suo bilancio dopo 19 giornate che è encomiabile considerando il campionato dei toscani. Le sirene del Genoa potrebbero farsi sentire con insistenza nelle prossime settimane, ma voi provate a non cederlo.

Paquetà (Milan): I numeri per essere un crack ci sono. Ora sta a Gattuso comprendere quale posizione è più congeniale al brasiliano prelevato a peso d’oro dal Flamengo. La posizione di mezzala in un 4-3-3 potrebbe essere la più congeniale. Non date per certa la sua titolarità!

Pastore – Lo. Pellegrini – Zaniolo (Roma): Batteria di trequartisti di casa giallorossa che sembra essersi capovolta da inizio stagione. Benino Pastore all’inizio, molto bene Pellegrini dopo l’infortunio del “Flaco”, folgorante Zaniolo con i problemi fisici dei primi due. Difficile fare valutazioni non opinabili da qui a fine stagione. Sarebbe meglio avere almeno due dei tre in rosa. Zaniolo al momento pare leggermente in vantaggio…

Rog (Napoli): Il futuro del centrocampista croato sembra sempre più lontano da Napoli e dall’Italia con sirene tedesche pronte ad accaparrarselo. Se rimane in Italia in una medio-piccola può essere un’ottimo affare. Se resta a Napoli non è molto vantaggioso tenerlo in fantacalcio poco numerosi.

Scozzarella-Stulac (Parma): Tra i due ci sarà un ballottaggio perenne da qui a fine stagione. Il primo è spesso infortunato malgrado sia più congeniale al gioco di D’Aversa. Lo sloveno sta faticando nel passaggio dal campionato cadetto alla massima serie, ma ha giocato di più. Se cercate un (quasi) titolare senza tante pretese non svincolate Stulac.

Soriano (Bologna): Il centrocampista dovrà rimpinguare lo sterile e ben poco creativo centrocampo dei felsinei. Ci aspettiamo una seconda parte di stagione da trascinatore. Non privatevene se fa parte della vostra rosa. Può essere seriamente un valore aggiunto.

Traorè (Empoli): Il millenial con più presenze in massima serie! Con l’avvento di Iachini è diventato un titolare della mediana empolese. 14 partite disputate, 2 ammonizioni e un assist. Ci si aspetta una seconda metà di campionato in crescendo. Può essere utile prenderlo come 7/8 slot in fantacalcio numerosi.

Verdi (Napoli): Sovente ai box nel girone d’andata, sa di poter essere il valore aggiunto della seconda parte della stagione. Spunti, giocate e assist non possono svanire da un momento all’altro. Non privatevene a gennaio, la sua stagione può svoltare senza infortuni.

Zajc (Empoli): Le dichiarazioni lasciate una settimana fa a TMW rischiano di compromettere la permanenza del fantasista sloveno alla corte di Iachini. Sirene della Premier League (Newcastle e Huddersfield) rischiano di fargli salutare il fantacalcio anticipatamente.

Attaccanti

Belotti-Zaza (Torino): Dal “Gallo” ci aspettavamo qualcosina in più in termini di gol su azione. Sono 7 le marcature fin qui di cui ben 4 dagli 11 metri. Finora il centravanti classe 93 ha siglato in Serie A, statisticamente parlando e senza considerare la stagione corrente, più reti nel girone di ritorno (32) che nel girone d’andata (22). Dati meno confortanti per chi ha Zaza senza avere Belotti. Potreste pensare di tenerlo come riserva perché continuerà ad entrare in corso d’opera.

Callejon (Napoli): Difficile da credere, ma lo spagnolo nella nuova posizione fatica a trovare la via della rete. Ancora zero marcature stagionali. Il classe ’87 compensa la scarsa cattiveria sotto porta con la qualità nei passaggi vincenti: ben 4. I gol arriveranno, ma la doppia cifra allo stato attuale pare una chimera. La titolarità però è pressoché certa!

Cutrone (Milan): L’attaccante dell’Under 21 sta crescendo nel minutaggio nonostante la presenza di Higuain. Bomber di Coppa, come suggellato dalla doppietta in Coppa Italia e dalle 5 vane reti in Europa League. Se avete Higuain, vi consiglio di completare il vostro blocco attaccanti con l’italiano che fu uno dei segreti del Milan 2017-18 da febbraio in poi. Se dovesse partire il Pipita, la titolarità del ’98 non dovrebbe essere in discussione.

Defrel (Sampdoria): Partenza a razzo e flessione inspiegabile per il francese, non nuovo a questi momenti di impasse. L’arrivo di Gabbiadini, in tal senso, è tutt’altro che confortante. La salvezza potrebbe essere rappresentata dal passaggio all’Atalanta, ma anche in quel caso dovrebbe duellare con Gomez-Ilicic e Zapata.

Dzeko – Schick (Roma): Chi ha puntato sulla coppia dei centravanti della Roma, probabilmente, non naviga in buone acque in questa stagione fantacalcistica. La speranza è che il girone di ritorno possa cambiare le carte in tavola. La loro gestione in ottica scambi risulta spinosa perché difficilmente possono essere scambiati con attaccanti che stanno facendo bene, pur non essendo di primissima fascia (Belotti, Quagliarella, Zapata). Il mio consiglio è sperare che i due ritrovino la giusta condizione per tornare ad esultare con continuità.

Gabbiadini (Sampdoria): Il suo ritorno è sicuramente fonte di gioia per i fantallenatori, ma in sede d’asta ponderate bene l’acquisto dell’ex Southampton. La sua titolarità, se verrà confermato Defrel e con Caprari in palla, non è garantita. Ci possiamo aspettare 6-7 gol da qui a fine stagione, se trova la giusta continuità ed affinità con Quagliarella.

Higuain (Milan): Le parole di Gattuso nel post-partita del match contro la Samp fanno tremare i tifosi rossoneri e i fantallenatori che hanno investito tanto su di lui. Il possibile addio rischia di compromettere la vostra stagione fantacalcistica, malgrado fin qui siano state solo sei le reti in 15 presenze, bottino misero per un centravanti che ci aveva abituato a ben altri numeri. Scambiarlo adesso, con il concreto rischio di svenderlo, non è una soluzione perché la trattativa con il Chelsea è tutt’altro che semplice e non è detto che vada in porto.

Kean (Juventus): Va bene, si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. Tuttavia, le possibilità che giochi con continuità, se rimarrà con la Juventus, sono ridotte al lumicino. Difficile che venga ceduto in prestito ad una medio piccola dopo l’infortunio muscolare di Mandzukic.

Keita Balde – Perisic (Inter): In questo caso è bene ricordare che il primo è listato da Fantagazzetta come attaccante, il secondo come centrocampista. Il senegalese ha giocato 16 gare, di cui ben 10 da subentrato risultando molto incisivo come attestano i 4 gol e 2 assist sfornati. Il croato, deludente rispetto la scorsa stagione, sta patendo le scorie del lungo mondiale con la Nazionale. Un diktat credere nel primo che può esplodere in questo girone di ritorno e confidare in un Perisic meno discontinuo.

Kluivert – Perotti (Roma): Il piccolo olandese ha sopperito egregiamente l’assenza dell’argentino perennemente infortunato. Chi si aspettava però bonus a volontà rimarrà deluso perché l’ex Ajax non ha ancora la capacità di spaccare tutte le partite. 13 gare condite da 3 assist e un gol sono comunque un buon bottino che gli vale la riconferma a gennaio. L’argentino invece deve essere confermato in attesa della forma migliore, a patto di proposte di scambio vantaggiose per calciatori meno blasonati, ma di sicuro minutaggio (De Roon, Fofana, Meite, Praet, etc…)

Lasagna – Okaka (Udinese): Il primo rappresenta una delle delusioni del girone d’andata. Per pochi decimi non è stato da Flop. Il secondo è il colpo della speranza direttamente dai cugini del Watford. Potrebbe essere una manna per Lasagna quella di avere una boa come Okaka al suo fianco. Raccogliere le spizzate giocando meno spalle alla porta e più in profondità.

Muriel – Simeone (Fiorentina): Insieme si può! Sembra un titolo di un film, ma in realtà riassume perfettamente la possibilità di vedere insieme il colombiano e l’argentino, abulico in queste prime 19 giornate. Da Muriel ci aspettiamo gol e assist, ma anche qualche infortunio. Dal “Cholito” le marcature mancate nella prima parte di stagione. La doppia cifra si può raggiungere.

Orsolini – Palacio – Sansone – Santander (Bologna): Consigliare gli attaccanti felsinei non è semplice. La sterilità offensiva dei ragazzi di Filippo Inzaghi è nota. Orsolini fin qui è stato inserito spesso a gara in corso (14 volte), l’esperto argentino si batte tanto, segna poco (1 gol fin qui) e non può giocarle tutte per limiti anagrafici, il neoacquisto prelevato dal Villareal dovrebbe essere il titolare pur non essendo un goleador, mentre il centravanti paraguaiano è stato protagonista con 5 reti in campionato. Santander da confermare sperando che gli arrivino più palloni giocabili.

Piatek (Genoa)Il polacco è sicuramente stato una delle rivelazioni di questo avvio di stagione. 13 reti con due rigori, con coefficiente di realizzazione del 21%. Le sirene di mercato della Spagna si fanno sentire. Per ora, Barcellona e Real Madrid restano vigili. La speranza è che rimanga a Genova fino a fine stagione. In tal caso, continuate a confidare nel suo killer instinct.

Pjaca (Fiorentina): L’arrivo di Muriel e il cambio modulo con il passaggio al 3-5-2 rischia di ridurre ulteriormente il minutaggio del croato, che nelle ultime gare era stato scavalcato anche da Mirallas nelle gerarchie di Pioli. Il mio suggerimento è valutare in base alle necessità. Se necessitate di un titolare meglio scambiarlo o svincolarlo.

Commenti
Caricamento...