Player Review Serie A 2018-19: Juraj Kucka

Animus pugnandi per la mediana ducale

0

Il mercato di gennaio restituisce ai fantallenatori della Serie A un’altra vecchia conoscenza dopo Gabbiadini, Muriel, Sansone e Viviano: Juraj Kucka.

Il centrocampista slovacco rientra in Italia dopo una stagione e mezza tra le file dei turchi del Trabzonspor. Non più di primissimo pelo essendo un classe ’87, Kucka sarà una pedina del centrocampo del Parma che dovrà rimpiazzare l’infortunato Grassi, che ha chiuso anzitempo la stagione.

Il suo esordio tra i pro è avvenuto nell’annata 2006-07 con gli slovacchi del MFK Ruzemberok, ma è nella stagione successiva che diventa un titolare della squadra. Ottimo il suo primo campionato da titolare nella massima serie locale, dove entra 5 volte nel tabellino dei marcatori in 25 apparizioni sfornando anche 2 assist. Nota dolente gli otto cartellini gialli rimediati.

Nel 2008-09 gioca il primo semestre con il MFK Ruzemberok e poi passa ai cechi dello Sparta Praga. 18 partite e 3 gol nella prima metà, 12 incontri e 3 reti nella seconda. Nel 2009-10 si impone tra i titolare anche con il club della Repubblica Ceca (25 partite condite da 5 gol).

Arriviamo all’annata dell’exploit: 2010-11! Si distingue fin da preliminari di Champions come l’animus pugnandi dello Sparta Praga. Porta questo carisma misto a grinta anche nel percorso in Europa League del club amaranto e in Fortuna League. Il biglietto da visita per il mercato di gennaio sono 24 gare complessive con il corredo di 5 reti, un assist e la fama di astro nascente del calcio dell’est europeo.

Il Genoa di Preziosi anticipa la concorrenza e se lo aggiudica per 4 milioni di euro. Con il Grifone è subito amore a prima vista. Rappresenta appieno lo spirito indomito della città e la sua voglia di emergere dopo anni complicati. Titolare con 17 gare nel girone di ritorno.

Dopo 4 anni e mezzo con la maglia dei club rossoblù tra campionato e Coppa Italia vanterà la bellezza di 127 partite, 9 reti e 6 assist. Negli anni genoani ha subito anche un serio infortunio al ginocchio che l’ha costretto a saltare oltre metà stagione.

Il passaggio al Milan doveva essere un premio per quanto fatto vedere fin a quel momento nella nostra Serie A. L’apice della sua carriera in rossonero è la vittoria in Supercoppa ai danni della Juventus.

Invece, lo slovacco non convince del tutto. Risulta irruento e, a volte, rozzo tecnicamente. Un lontano parente del calciatore dinamico ed efficace in entrambe le fasi. Al Milan gioca comunque 67 gare in un biennio, ma becca troppi cartellini: 21 ammonizioni, due doppie ammonizioni ed un’espulsione.

Il club rossonero lo cede dopo un biennio ai turchi del Trabzonspor per 5 milioni di euro. La sua avventura turca è condizionata da problemi muscolari che lo costringono a saltare alcune gare. Nel 2017-18 gioca 28 gare ufficiali tra campionato e coppa nazionale con 3 realizzazioni e 6 passaggi vincenti per i compagni. In quella attuale è sceso in campo per appena 427′ tra Super Lig e Turkiye Kupasi.

Nazionale della Repubblica Ceca con un cui vanta 63 caps e 7 reti.

Centrocampista che negli anni ha arretrato il suo raggio d’azione collocandosi sulla linea mediana dopo gli esordio da centrocampista offensivo. Specializzato nel recupero del pallone (media di 5 di palloni recuperati a gara), nella fase di interdizione. Si fa rispettare grazie al fisico (186 cm x 86 kg) da carro armato, uno dei due soprannomi insieme al consueto Kuco, nei duelli aerei (68% di buon esito). La sua qualità nei passaggi è buona (80% di accuratezza). Ha una media di 1.5 tiri a gara e un 1.9 passaggi chiave forniti ai compagni.

In ottica fantacalcio il suo acquisto potrebbe essere utile per rimpinguare il centrocampo con un nome ad effetto dal passato glorioso. Sarà una scommessa che se azzeccata potrà regalarvi qualche buon voto e bonus. Sicuramente, non mancheranno i malus dovuti alle ammonizioni.  Può essere un 7°-8° slot per una fantarosa in un fantacalcio numeroso.

Tra gli aspetti da non sottovalutare la sua provenienza da un torneo di seconda fascia e l’età associata agli acciacchi. Può essere un colpo alla Gervinho e qui a Parma sperano che anche questa volta l’usato sia sicuro…

56%
Carro armato

Juraj Kucka

Centrocampista, 186 cm x 86 kg, classe 87, ex Trabzonspor

  • Affidabilità fisica
  • Propensione al gol
  • Propensione all'assist
  • Condotta
  • Prestazione priva di bonus/malus
Commenti
Caricamento...