Quanto vale il mercato dei .com?

Il bilancio della Guardia di Finanza

0

Oggi ritorno su un tema particolarmente importante che è quello dei .com. Per chi non lo sapesse, con questa estensione dominio nell’ambito dei giochi si fa riferimento a quel vasto insieme di operatori che seppur non dotati di regolare licenza in Italia, drenano utenza agli operatori legali qui in Italia. Nel corso degli anni ci sono state varie dispute nei tribunali per cercare di trovare il bandolo della matassa della questione, ma non è questo il punto centrale di questo post.

Voglio cogliere al volo l’occasione fornita dalla Guardia di Finanza (rilanciata dall’Avvenire) per fare il punto della situazione riguardo le cifre del fenomeno. Pensate: nel solo 2018 la GdF ha effettuato quasi 8000 interventi, rilevando più di 1300 casi di irregolarità. Sono state oltre 200 le indagini portate avanti dalla polizia giudiziaria (ma solo una settantina riguardano il settore del betting), per un totale di oltre 2000 violazioni riscontrate e oltre 1000 denunciate.

Secondo le stime effettuate, il volume di giocate sui .com raccolto con meccanismi di frode sarebbe pari a 4.5 miliardi di euro. Numerosi anche i controlli amministrativi, con ispezioni che hanno coinvolto più di 4000 esercizi, accertando oltre 900 violazioni, che hanno portato alla denuncia di quasi 300 persone e il sequestro di oltre 1200 punti illegali di raccolta scommesse.

Le indagini avrebbero appurato un’intesa tra clan criminali per raccogliere giocate con siti.com, con guadagni che poi venivano reinvestiti in patrimoni immobili all’estero, in particolare in Regno Unito, Romania, Serbia, Svizzera, Austria, Malta, Lussemburgo, Germania, Albania, Isole di Man, Curacao, Saint Lucia, Seychelles ed altre.

Ma perché la criminalità organizzata si è buttata a capofitto in questo genere di mercato? Per due ragioni principali: riciclare denaro e rafforzare il controllo sul territorio. Frequenti, in questi esercizi, i casi di frode relative alle slot, con alterazione delle percentuali di vincita a scapito di utenti ignari.

Personalmente, sconsiglio vivamente di giocare all’interno di questi esercizi fisici, visto che online è possibile sfruttare bonus, avere maggiore flessibilità nelle giocate e godere di maggiore comodità. Allo stesso tempo, pur capendo le ragioni di fondo che spingono numerosi utenti a effettuare puntate sui .com, credo invece che bisognerebbe far fronte comune per far crescere il mercato interno legale, facendolo diventare d’avanguardia del mondo.

Commenti
Caricamento...