DraftKings, cos’è e come funziona

Alla scoperta della nota piattaforma di DFS

0

DraftKings è una delle piattaforme di DFS più diffuse al mondo e in questo post voglio sintetizzare il funzionamento di base. Prima di approfondire la piattaforma, però, c’è bisogno di porre l’accento su ciò che differenzia questi siti da quelli che offrono il fantacalcio tradizionale. In breve, le piattaforme di Daily Fantasy Sports consentono di accedere ad una serie di micro tornei a cadenza praticamente quotidiana.

Talvolta, c’è anche la possibilità di sommare i punteggi ottenuti in ogni singola competizione per scalare una classifica di carattere generale con premi ad hoc. Ma non sempre è così. Anzi, nella maggior parte dei casi, esistono delle apposite room sul modello del poker online, dove è possibile trovare utenti da sfidare.

DraftKings è uno dei principali riferimenti al mondo nell’ambito di questo genere di piattaforme ed offre la possibilità di competere su tantissimi sport, tra cui: Calcio, Basket, Golf, MLB, Nascar, NHL, NFL, MMA, Tennis, CFL, eSports e Rugby. Insomma, esistono molte occasioni per divertirsi e, perché no, provare a guadagnare dei soldi, visto che il montepremi offerto dalla piattaforma non è per nulla banale.

Qualche dato può restituire il quadro delle dimensioni assunte da questa realtà: 850.000 utenti hanno vinto soldi al primo contest a pagamento, 7 bilioni di dollari come pay out, oltre 20.000 contest a pagamento offerti quotidianamente.

Come è nato DraftKings

DraftKings è un provider di DFS con base a Boston (Stati Uniti). Di base l’azienda consente agli utenti di partecipare a concorsi quotidiani e settimanali, con cui è possibile vincere denaro facendo pronostici azzeccati riguardo le performance dei vari atleti in competizione. È stato fondato nel 2012 in ritardo rispetto ad un altro sito di cui ho parlato nei giorni scorsi, ossia FanDuel, nato nel 2009.

È da attribuire a Jason Robins, Matthew Kalish e Paul Liberman il merito di aver creato DraftKings. Nel corso degli anni ha avuto modo di crescere con il consueto meccanismo dei round di finanziamento, tanto fondamentali nell’ambito dell’economia americana. Nel 2012 ha raccolto il primo round di 1,4 milioni, mentre l’anno successivo anche la MLB ha investito nella società, diventando la prima organizzazione sportiva professionale statunitense a investire ufficialmente nei DFS.

Nello stesso anno DraftKings ha ricevuto 24 milioni di dollari da un gruppo di investitori, potendo così completare l’acquisizione della terza azienda più grande del settore, DraftStreet. Con questa mossa, è stato possibile aumentare la base utenti di DraftKings del 50% ed un nuovo finanziamento di 41 milioni ha consentito di completare altre acquisizioni di rilievo e sponsorizzazioni con diverse leghe, tra cui la National Hockey League, la Major League Baseball. Inoltre, grazie ad accordi specifici con ESPN, è stato possibile integrare il servizio all’interno dei programmi tv.

Dal 2015 c’è stata una vera e propria esplosione del prodotto, che ha potuto ottenere altri 300 milioni di dollari di finanziamento. Sono state ottenute licenze nel Regno Unito e a Malta, per continuare l’espansione internazionale del prodotto. Nel 2016, c’è stato un tentativo di fusione operato da DraftKings e FanDuel, fermato sul nascere però dalla Federal Trade Commission (FTC), poiché le due aziende combinate avrebbero raggiunto 5 milioni di utenti, dominando quasi del tutto il mercato.

In un’ottica di diversificazione del business, la società vorrebbe sfruttare la notorietà raggiunta del brand per avviare una nuova divisione legata al betting, qualora la Corte Suprema degli Stati Uniti decidesse di legalizzare le scommesse sportive nei vari stati.

Come funziona DraftKings

Partecipare a DraftKings è molto semplice. La piattaforma è stata ideata per consentire a tutti di partecipare e divertirsi con facilità, senza la necessità di utilizzare guide, siti di supporto o altro. L’account si può creare dal sito web ufficiale oppure tramite le app ufficiali Android e iOS. Una volta confermato e dunque attivato l’account, sarà possibile scegliere lo sport preferito e il singolo contest.

Quando selezionato, bisognerà semplicemente prendere le opportune scelte per far rendere al meglio la propria fantasquadra. Nel caso del calcio, sarà possibile scegliere calciatori entro un limite di salary cap pari a 50.000 dollari, potendo scegliere però soltanto 8 calciatori, al contrario dei consueti 11 a cui siamo abituati. Dunque bisognerà selezionare 1 portiere, 2 difensori, 2 centrocampisti, 2 attaccanti più uno a scelta tra difesa, centrocampo e attacco. Questo lo scoring system legato al calcio:

  • Goal +10
  • Assist +6
  • Tiro +1
  • Tiro in porta +1
  • Cross +0.75
  • Fallo subito +1
  • Fallo commesso -0.5
  • Tackle vinto +1
  • Passaggio intercettato +0.5 (tranne i portieri)
  • Ammonizione -1.5
  • Espulsione -3
  • Penalty sbagliato -5
  • Clean sheet difensore +3
  • Parate portiere +2
  • Goal subito portiere -2
  • Penalty parato +3
  • Vittoria portiere +5
  • Clean Sheet portiere +5

Nelle prossime settimane approfondirò ulteriormente la piattaforma, sviscerando i principali segreti per far rendere al massimo le proprie squadre. Voi avete provato questa piattaforma? Se sì, cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti e discutiamone insieme.

Commenti
Caricamento...