Operazione Oikos, anche Cagliari-Frosinone nel mirino

La partita del 20 aprile nel mirino degli inquirenti

0

Nuove scottanti rivelazioni sono emerse nell’ambito dell’Operazione Oikos, che sta facendo emergere il marcio del calcio spagnolo e non solo. Infatti, la partita di Serie A disputata il 20 aprile 2019 tra Cagliari-Frosinone, è finita nel mirino degli inquirenti. La partita è stata vinta per 1-0 grazie ad un rigore trasformato da Joao Pedro al 27°. Non sorprende il risultato, visto che il Cagliari era ampiamente favorito per la vittoria del match, ma la puntata effettuata da Carlos Aranda, ex calciatore ed uno dei principali indiziati dell’inchiesta.

Come riportato da El Pais, un ruolo chiave sarebbe stato rivestito dall’intermediario Mattia Mariotti (un italiano residente a Malaga), da un amico dai capelli lunghi, titolare di un’agenzia di scommesse e da un dirigente per ora anonimo della società del Frosinone, capace di avere dei rapporti stretti con 3-4 calciatori di spessore dello spogliatoio ciociaro.

Al 12° della partita tra Cagliari e Frosinone, Aranda ha contattato via Whatsapp Ana, una sua impiegata incaricata di effettuare le puntate per suo conto, suggerendole di aggiungere altri 1000€ ai 500€ già puntati. Con il goal del Cagliari, Aranda avrebbe richiamato d’urgenza Ana, per accertarsi dell’avvenuta puntata. Alla risposta affermativa della dipendente, Aranda avrebbe evidenziato come la scommessa si sarebbe rivelata certamente vincente.

Commenti
Caricamento...