Mercurius Tradr, l’intelligenza artificiale al servizio del trading su Betfair.com

Approccio al betting innovativo grazie alle più recenti tecnologie

0

Tra le startup che si stanno distinguendo per innovazione e creatività nell’ambito del trading sportivo troviamo sicuramente Mercurius, che recentemente ha lanciato un nuovo prodotto in grado di catturare l’attenzione di coloro che operano nei mercati di scambio scommesse. Il nome di questa soluzione è Tradr e si tratta, sostanzialmente, di un’intelligenza artificiale sviluppata per analizzare i mercati, scovare valore e scommettere in totale autonomia.

Grazie all’analisi quantitativa e dai modelli matematici sviluppati dalla startup, si cerca di prevedere quali possano essere i risultati più probabili. In questo modo è possibile capire quali sono le quote più interessanti ai fini del trading e quali meno. È dunque possibile avere un vantaggio su tutti i trader, osservando le previsioni di probabilità reali.

L’aspetto che più mi intriga di questo progetto non è la ricerca del valore, visto che già esistono sul mercato delle soluzioni, anche interessanti, volte a raggiungere lo stesso scopo. Piuttosto, è la totale automatizzazione dei processi a risultare affascinante. L’idea di guadagnare senza compiere alcuno sforzo credo possa essere abbondantemente gradita dall’utenza, per questo motivo il progetto suscita interesse e curiosità.

Ogni 20 secondi Mercurius Tradr analizzerà il mercato alla ricerca di nuove value bet ed ogni operazione sarà ponderata rispetto ad una precisa strategia di gestione del rischio. Dunque, se il valore sarà in grado di valere il rischio, l’app piazzerà automaticamente la scommessa. Chiaramente, il tutto verrà messo in pratica in un quadro d’insieme predisposto dall’utente, il quale sceglierà con cura il proprio bankroll, accetterà la struttura delle commissioni e definirà le modalità di pagamento.

Questa soluzione, al momento è disponibile esclusivamente per Betfair.com, dunque gran parte dell’utenza residente in Italia non potrà provarla. Questo è stato reso necessario, probabilmente, per due motivi. Il primo riguarda il numero di potenziali clienti, sicuramente più elevato sul .com che sul .it, il secondo invece è di ragione pratica, visto che le quote migliori e i mercati più liquidi sono localizzabili esclusivamente sul sito principale Betfair e non in quelli locali. Seguirò con grandissima attenzione lo sviluppo del progetto, aggiornandovi qualora dovessero esserci novità.

Commenti
Caricamento...