Qual è la differenza tra Over 2 e Over 2.5?

Scopriamo le differenze tra questi due esiti

0

Nel mondo del betting, ci sono due esiti che dal punto di vista del termine sono piuttosto simili, ma si differenziano sul piano del significato, visto che indicano eventualità piuttosto diverse. Over 2 e Over 2.5 rischiano di creare spesso confusione e visto che via email diverse persone mi hanno chiesto chiarimenti in merito, ho deciso di creare questo post.

Partiamo con l’esito più conosciuto: l’Over 2.5. Puntando su quest’esito, stiamo svolgendo una previsione che non riguarda la singola squadra, bensì la partita. Ossia, stiamo semplicemente puntando sul fatto che nel corso della partita, recupero compreso, vengano segnati almeno 3 goal. Di conseguenza, i risultati utili ai fini della nostra giocata saranno 2-1, 1-2, 2-2, 3-1, 1-3, 3-2, 2-3, 3-3 etc. Se invece, la partita dovesse finire 0-0, 1-0, 0-1 e 1-1 perderemmo la giocata.

Discorso diverso invece per quanto riguarda l’Over 2, valore tipicamente riferito alla somma goal asiatica. Puntando su quest’esito, la scommessa può risultare vincente soltanto se vengono segnati 3 goal. Fin qui tutto ok, nel senso che si tratta della stessa cosa dell’esito valutato precedentemente. Qui, però, in caso di 2 goal, la puntata sarà rimborsata, mentre con 0 o 1 goal totali la scommessa è persa. Nell’Over 2.5, invece, con un totale di 2 goal si sarebbe persa la giocata. Naturalmente, non si scappa: a minor rischio equivale quota più bassa. A maggior rischio, quote più alte e dunque potenziali ricompense più remunerative. Se avete altri dubbi relativi alla differenza tra i due esiti, non esitate a scrivermi nei commenti, per confrontarci sul tema.

Commenti
Caricamento...